Di TCS

Le bici cargo elettriche del TCS continuano ad avere il vento in poppa. Quattro anni dopo il lancio di carvelo2go, l’Accademia della mobilità del TCS è presente in 70 città svizzere e con oltre 300 biciclette cargo17 ottobre 2019.

Il progetto carvelo2go è stato lanciato nell’autunno del 2015 dall’Accademia della mobilità del TCS e dal fondo di sostegno Engagement Migros. L’obiettivo principale era ed è quello di offrire un’alternativa sostenibile per il trasporto di bambini e di merci. Ora, gli utenti di carvelo2go possono approfittare di una fitta rete: oltre 300 bici cargo in 70 città. In modo molto facile e vantaggioso,
tramite il sito internet o l’app è possibile noleggiare le bici cargo, scegliere gli orari e le tariffe.

Oltre 17’000 utenti di carvelo2go
Dal suo lancio quattro anni fa, il concetto ecologico di condivisione, introdotto da carvelo2go, gode tuttora di un crescente successo ed è in continua espansione. Quest’anno, si sono aggiunte alla rete altre 17 città con 50 nuove bici cargo. Con oltre 17’000 utenti e 46’000 tratte percorse, carvelo2go non è soltanto la prima, ma anche la più grande piattaforma di condivisione di bici cargo elettriche del mondo.

L’espansione proseguirà nel 2020
La flotta di carvelo2go continuerà a crescere l’anno prossimo. Già sin d’ora, si prevede di mettere in servizio nuove bici cargo, sotto il marchio carvelo2go, in altre città. Sarà inoltre ampliata la rete nelle regioni in cui le bici cargo sono già presenti.

Quattro motivi che spiegano il successo di carvelo2go:

  •  Mezzo di trasporto efficiente: le bici cargo sono in grado di trasportare fino a 100 kg e hanno un’autonomia di 60 km;
  • Riduzione dei costi: carvelo2go è un’offerta di condivisione che preserva le risorse e il portamonete;
  • Piacere e attività fisica: spostarsi con una bici cargo è piacevole e mantiene in forma;
  • Protegge l’ambiente: carvelo2go ti porta direttamente a casa, senza problemi di code e di posteggio.