All’assemblea dei delegati dei verdi liberali di Frauenfeld il Vice-presidente Laurent Seydoux ha ribadito l’importanza delle imminenti votazioni popolari: „Il prossimo 28 febbraio è necessario votare 4 volte NO in difesa dei principi ecologici e liberali. Il secondo tubo del Gottardo è un attacco all’articolo sulla protezione delle Alpi, l’iniziativa di attuazione è sproporzionata, l’iniziativa per il matrimonio e la famiglia causa nuove forme di discriminazione, mentre l’iniziativa contro la speculazione sulle derrate alimentari crea una burocrazia costosa e inefficiente”.

Il tema di discussione principale dei verdi liberali verte sul miglioramento della competitività della Svizzera sulla base di recenti studi dell’OCSE. In tal senso svolge un ruolo centrale lo sfruttamento del potenziale di forza lavoro indigeno, in particolare delle donne. I verdi liberali chiedono l’offerta di posti per la custodia dei bambini a prezzi accessibili ed estesa a tutto il territorio nazionale, il congedo parentale, la parità di retribuzione a parità di lavoro e un’età di pensionamento identica per uomini e donne. Devono essere inoltre aboliti i falsi incentivi ecologici del sistema fiscale e del sistema sociale. “Continuare ad esercitare l’attività professionale dev’essere finanziariamente vantaggioso per i genitori” sostiene la Consigliera nazionale Kathrin Bertschy.

Per terminare, i delegati hanno deciso gli slogan delle quattro votazioni, previste nel corso di quest’anno.

I verdi liberali sostengono l’iniziativa popolare per un’economia verde e la modifica della legge sulla medicina della procreazione, mentre respingono l’iniziativa popolare „Pro Service public“ e l’iniziativa della vacca da mungere.

Dettagli sugli slogan di voto:

Iniziativa popolare „Per un’economia sostenibile ed efficiente in materia di gestione delle risorse” (economia verde): 77 SÌ, 4 NO, 7 astensioni.

Modifica della legge sulla medicina della procreazione: 81 SÌ, 3 NO, 9 astensioni.

Iniziativa popolare „Pro Service public“: 0 SI, 87 NO, 3 astensioni.

Iniziativa popolare «Per un equo finanziamento dei trasporti» (Iniziativa della vacca da mungere): 0 SI, 89 NO, 0 astensioni.