Pubblicità

Il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS), mediante la Divisione della scuola (DS), segnala che le domande di aiuto sociale speciale per l’anno scolastico 2020-2021 a favore di allievi che non sono in grado di frequentare la scuola pubblica a seguito di comprovate necessità di ordine sociale, vanno presentate entro il prossimo 30 settembre 2020. Per ottenere una risposta prima dell’inizio dell’anno scolastico 2020-2021 è consigliabile inoltrare le domande entro il 29 maggio 2020. I dettagli sono pubblicati sul Foglio Ufficiale no. 14 di martedì 18 febbraio 2020.

Si ricorda che l’aiuto sociale speciale è concesso alla famiglia per consentire la frequenza dei propri figli nei diversi ordini di scuola dell’obbligo in Ticino (a partire dai 4 anni per le scuole dell’infanzia, le scuole elementari e le scuole medie private parificate), se essi non sono in grado di frequentare la scuola pubblica a seguito di comprovate necessità di ordine sociale, come definito dagli artt. 24 e 25 della Legge sugli aiuti allo studio e dall’art. 11 del Regolamento della legge sugli aiuti allo studio.

Un’apposita commissione valuta le motivazioni di ordine sociale: se esse sono accolte può essere concesso un aiuto finanziario secondo i criteri degli assegni di studio per la copertura delle spese relative alla frequenza della scuola privata parificata.  

Il modulo per la richiesta di un aiuto sociale speciale relativo all’anno scolastico 2020-2021 può essere richiesto direttamente all’Ufficio degli aiuti allo studio (Piazza Governo 7, 6501 Bellinzona, tel. 091 814 34 32), alla Sezione dell’insegnamento medio (Palazzo Patria, Viale Portone 12, 6501 Bellinzona, tel. 091 814 18 26), oppure scaricato dal sito www.ti.ch/aiutistudio.

Le domande vanno inoltrate unicamente all’Ufficio degli aiuti allo studio (Piazza Governo 7, 6501 Bellinzona) entro il 30 settembre 2020. Per ottenere una risposta prima dell’inizio dell’anno scolastico 2020-2021 è consigliabile inoltrare le domande entro il 29 maggio 2020. Per le richieste presentate dopo il termine ufficiale, l’eventuale sussidio verrà calcolato proporzionalmente al numero delle settimane di scuola rimanenti fino alla fine dell’anno scolastico.  

Pubblicità