È un risultato parziale ma la tendenza è confermato.

Fiero del mio Cantone, il Ticino, che non si è fatto prendere dal panico come nel resto della Svizzera.

Il terrorismo di Governo, Elite ed Economia non ha presa sui ticinesi. Per quanto riguarda il risultato finale, il Popolo ha deciso, su questo non si discute, ma ciò ci ha spinto ancora di più nella morsa di Bruxelles.

Rispetto per la decisione presa ma ne temo le conseguenze. Ora non ci restano che l’iniziativa per la limitazione e il referendum contro l’accordo istituzionale per frenare questa pericolosa deriva europeista e mondialista.

Dovremo essere più efficaci nel spiegare agli svizzeri cosa c’è in gioco e, soprattutto, nel ribaltare le falsità che Governo, partiti europeisti ed economia tenteranno di propinare agli elettori.

Sono in gioco la sovranità, l’indipendenza e le libertà del nostro Paese e dei suoi cittadini.

Commento sulla pagina facebook ufficiale di Alain Bühler, Vicepresidente UDC Ticino, a proposito della direttiva sulle armi anche in votazione oggi.