Il Municipio di Lugano ha approvato il Piano d’indirizzo per la revisione del Piano regolatore di Brè-Aldesago, che intende ridefinire le aree edificabili, la viabilità e gli elementi di tutela del paesaggio. Una zona di pianificazione – in pubblicazione domani sul Foglio ufficiale – tutelerà gli obiettivi di sviluppo territoriale del comparto di Brè.

I lavori per la revisione del Piano regolatore (PR) di Brè-Aldesago, avviati nel 2018, sono stati accompagnati da un processo di informazione e partecipazione della popolazione denominato “con-i-cittadini”, che ha permesso di raccogliere stimoli e idee, promuovendo un proficuo scambio di punti di vista legati alla gestione del territorio e al suo sviluppo. Per i comparti interessati è stata così trovata una soluzione urbanistica armoniosa e sostenibile dal profilo territoriale e paesaggistico. Con l’elaborazione del nuovo Piano regolatore di Brè e Aldesago sono state ridefinite le aree edificabili, la viabilità e gli elementi di tutela del paesaggio secondo i principi di unitarietà e qualità urbanistica, conformando il PR alla Legge sullo sviluppo territoriale. Il Piano d’indirizzo promuove, in particolare, una pianificazione razionale del territorio attraverso il ridimensionamento delle zone edificabili e la valorizzazione degli spazi pubblici e di svago, come pure la tutela delle peculiarità storico-architettoniche dei due nuclei.

Ridefinizione delle aree edificabili a monte del nucleo di Brè
Lo scenario pianificatorio approvato dal Municipio tutela il paesaggio e gli elementi di pregio del comparto di Brè e promuove contenuti residenziale di qualità. È previsto il ridimensionamento della zona edificabile a monte del nucleo di Brè, che comporterà anche una riduzione del 30% dell’edificabilità in località “ai Piani”. In quest’area sarà privilegiato il carattere residenziale, con l’inserimento di volumi contenuti soggetti a un piano di quartiere obbligatorio. Sarà ammessa la creazione di spazi dove promuovere attività lavorative e di piccolo commercio locale. I terreni di pregio dal profilo naturalistico saranno resi fruibili a beneficio della popolazione.

Lo scenario proposto abbandona la realizzazione di una nuova strada di servizio a Cranora, prevista nel PR in vigore; il futuro riassetto viario è volto a migliorare l’attuale via Pineta e a garantire l’attraversamento veicolare in sicurezza del nucleo. La rete pedonale prevista, direttamente connessa ai percorsi esistenti in direzione del nucleo, consentirà di raggiungere comodamente il comparto senza ricorrere all’automobile, anche per i turisti e i residenti di Brè.

La riduzione dei potenziali edificatori è accompagnata dall’introduzione di norme per la

promozione della qualità degli insediamenti e dell’inserimento paesaggistico, valide per le nuove costruzioni. Quest’ultima misura si applicherà sia a Brè sia ad Aldesago.

Zona di pianificazione
Per salvaguardare la corretta attuazione degli orientamenti di pianificazione, il Municipio ha deciso di adottare una zona di pianificazione (ZP) che sarà pubblicata sul Foglio ufficiale il 24 luglio 2020. All’interno del perimetro della ZP non si potranno realizzare interventi edilizi che possano compromettere gli obiettivi proposti con la revisione del piano regolatore.
La zona di pianificazione entrerà immediatamente in vigore e avrà una durata di 5 anni.

Il Piano d’indirizzo per la revisione del PR di Brè-Aldesago è stato inoltrato al Dipartimento del territorio per l’Esame preliminare previsto dalla procedura di revisione del PR. Sarà posto in consultazione pubblica in un secondo momento, a seguito dell’Esame preliminare cantonale, e sarà presentato alla popolazione con una serata pubblica.