SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

Interpellato dal SonntagsBlick, Lukas Engelberger, presidente della Conferenza dei direttori cantonali della sanità parla chiaro, ad essere interessati potrebbero essere «piccoli eventi, attività e manifestazioni sportive, centri fitness, il settore della gastronomia, così come le visite a ospedali e case di cura», seguendo un po’ i passi intrapresi da Italia e Francia. Se il numero di infezioni e di ricoveri dovesse continuare ad aumentare, bisognerà considerare l’estensione dell’obbligo di presentare un certificato Covid. No anche a test rapidi a pagamento per chi intende andare a una festa o in discoteca, altrimenti, secondo Engelberger, c’è il rischio che diminuisca significativamente la disponibilità dei giovani a farsi testare. No a distintivi per i sanitari non vaccinati:
Lukas Engelberger rifiuta invece altri suggerimenti per motivare la gente a vaccinarsi e si dice per esempio fermamente contrario a obbligare il personale sanitario non vaccinato ad indossare un distintivo. “Mi sembra un’invasione sproporzionata della libertà personale”.