Al posto della stupenda vecchia casa Ressiga presso il Lido di Gerra ora stanno prendendo forma le nuova fondamenta dell’anonimo cubo.

Impressionante quanto terreno viene divorato da questo cubo. Il lido di Gerra prevalentemente usato nei mesi estivi per gustarsi il lago in una delle poche zone pianeggianti del Gambarogno ora viene divorato da questo cubo. Incomprensibile in quanto quello spazio aperto, quel prato pianeggiante ha un valore inestimabile e ora vi troviamo queste fondamenta (foto allegata).

Ai miei colleghi di Consiglio comunale che hanno sostenuto questo progetto (ricordo che questo enorme cubo non contiene quasi nessun elemento di chiara valenza turistica in una zona dove le residenze secondarie raggiungono più dell’80% delle abitazioni presenti) chiedo se è proprio ciò che avevano approvato (allego foto prima e dopo del Lido di Gerra e rendering presentato in Consiglio Comunale nel materiale ufficiale) e li invito a voler esperire un sopralluogo al più presto e ancora in tempo utile e di fermare i lavori in corso..

Al Municipio, al Presidente e ai Presidenti delle commissioni chiedo di misurare esattamente la conformità dell’esecuzione del progetto rispetto ai piani approvati,  prima di permettere all’impresa di procedere a gettare il calcestruzzo.

Al Municipio chiedo di mettere a disposizione il preavviso cantonale a questa domanda di costruzione. È incomprensibile che il Cantone e per esso il Dipartimento del territorio (comprensivo della commissione del paesaggio) abbia approvato un progetto del genere in uno dei luoghi che era tra i più belli del Ticino sulla riva del lago maggiore.

Chiedo anche quanto terreno all’aperto viene divorato da questo cubo rispetto alla situazione preesistente. Ad esempio tutta la parte ad est scompare nelle nuova fondamenta. Ma non solo anche la parte a nordovest è incredibilmente ridimensionata.

Vi assicuro che purtroppo le due foto allegate e la foto messa a disposizione dei Consiglieri Comunali non sono un fotomontaggio...