SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

Aspersim Berisa nel 2019 ha vinto il premio come miglior intermediario della Zurigo Assicurazioni: “Voglio dare una mano ai ticinesi in difficoltà”.

GIUBIASCO –  Sei mesi di complementari pagate da colui che aiuta a stipulare i contratti. È la particolare iniziativa di un consulente di Giubiasco, Aspersim Berisa, deciso a portare un contributo in un periodo di difficoltà generale.

“In un periodo complesso come quello che si sta vivendo con il Covid, ci si è resi conto di quanto la salute sia fragile”, ci ha detto, da noi interpellato. “In molti hanno compreso la necessità di avere una copertura assicurativa che permetta di avere le spalle coperte in casi di malattia o anche di infortuni o problemi, d’altro canto, alla consapevolezza si accompagna la crisi economica”, ha aggiunto.

I premi della cassa malati sono stati giudicati da più parti un problema e da anni il Ticino li vede crescere sempre più. Dunque, come fare?

Aspersim Berisa è un consulente che da un decennio è attivo nella consulenza assicurativa. Quotidianamente vede casi di persone che si rivolgono a lui per trovare la miglior soluzione in diversi ambiti. Negli ultimi mesi ha visto le difficoltà economiche dei ticinesi e anche la loro voglia di assicurare al meglio loro stessi e la famiglia. Da qui, la sua iniziativa.

Chi dovesse stipulare un contratto di cassa malati tramite lui e la sua società e decidesse di inserire nel pacchetto la complementare, per sei mesi non la pagherà. Berisa infatti si farà carico dei costi per questo tipo di copertura assicurativa, mettendo mano al suo portafoglio. Lo stesso vale anche per chi ha già stipulato negli anni delle assicurazioni tramite Berisa e desiderasse includere la complementare.

Un’idea particolare, sicuramente mai vista. Cosa l’ha spinto? “Sono consulente da dieci anni, quest’anno raggiungo la cifra tonda della mia attività”, ci ha detto. “Ho visto le difficoltà del periodo e desidero aiutare i miei futuri clienti, pagando io per sei mesi la loro assicurazione complementare. Voglio dare una mano e aiutarli a potersi permettere il meglio delle coperture assicurative, per poter accedere a ogni tipo di cura qualora ne avessero bisogno”.

Una scelta in contro tendenza, dato che Berisa di fatto reinvestirà eventuali provvigioni per i nuovi contratti stipulati. Ma non gli interessa: “Per i dieci anni della mia attività desidero portare avanti questa iniziativa, non volta assolutamente al guadagno ma con lo scopo di poter venire incontro a molti ticinesi in difficoltà in un momento difficile per tutti. Nel mio contesto, è importante per me fare un passo verso gli altri, consapevole dei problemi economici che molti stanno attraversando, complice anche la pandemia”.

Grazie alla copertura della complementare, spiega nel suo video di presentazione Berisa, si può avere il rimborso degli abbonamenti nelle palestre (totali o parziali), dato che l’attività fisica permette di mantenersi in salute, al pagamento di prestazioni in ospedali esteri, eventuali corse con l’ambulanza, oltre a rimborsi per servizi come occhiali, lenti a contatto, agopuntura, osteopatia e altre branchie di quella che è definita la medicina complementare. Chi ha la complementare viene coperto anche per vaccinazioni varie e visite di prevenzione.

Aspersim Berisa nel 2019 ha vinto il premio come miglior intermediario della Zurigo Assicurazioni. “Il mio lavoro, che amo molto, mi sta regalando tante soddisfazioni e il mio desiderio è poter fare qualcosa per i ticinesi in difficoltà”, conclude.

www.complementari.ch