Il Consiglio di Stato su proposta del Dipartimento del territorio (DT) ha sottoposto al Gran Consiglio la richiesta per un credito di fr. 3’000’000.- quale contributo per la sistemazione paesaggistica del comparto a lago d’importanza cantonale di Melide attraverso l’interramento dell’esistente parcheggio.

Il progetto di sistemazione paesaggistica del comparto a lago – presentato dal Municipio di Melide al DT – prevede il riordino complessivo della piazza comunale che si affaccia sul lago e un miglioramento tangibile di un’area di svago di interesse cantonale.

L’intervento contribuirà ad attuare la strategia di valorizzazione delle rive dei laghi ticinesi sostenuta dal Consigliere di Stato Claudio Zali. Essa punta a garantire la molteplicità di usi e funzioni dei laghi e delle fasce lacustri, in particolare attraverso una pianificazione unitaria e progetti mirati in grado di promuovere il recupero, il riordino ed il coordinamento delle infrastrutture a lago, nonché di tutelare e valorizzare il paesaggio lacustre.

L’intento della sistemazione paesaggistica è quello di realizzare una grande zona pedonale che dalla riva del lago, dove è insediato il lido comunale, raggiunga il campo sportivo e il nucleo storico, rimuovendo la cesura costituita dal parcheggio pubblico in superficie – che verrà interessato – e riqualificando il comparto attraverso nuovi percorsi ciclabili e pedonali e la realizzazione di aree verdi diversificate. Il costo dell’intervento è stimato a fr. 10’500’000.- e il contributo cantonale massimo ammonta a fr. 3’000’000.-.

La decisione governativa fa riferimento alle Linee direttive 2015-2019 e concretizza gli indirizzi della scheda di Piano direttore P7 / Laghi e rive lacustri, che prevedono in particolare il sostegno alle aree di svago d’interesse cantonale, tra le quali figura quella di Melide.