SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

La Costituzione federale prevede che, indipendentemente dall’estrazione sociale o dal sesso, a tutti siano concesse le stesse opportunità e ognuno abbia la possibilità di sviluppare le sue capacità in base ai talenti individuali, nel proprio interesse e in quello della società. Ma la Svizzera adempie veramente questo precetto costituzionale? Durante il Convegno annuale dell’8 novembre 2021 la Commissione federale della migrazione CFM analizzerà come la Svizzera in quanto società migratoria affronti la questione delle pari opportunità nelle diverse tappe del percorso formativo e nel mondo del lavoro.

Una distribuzione iniqua delle opportunità può non solo avere effetti nefasti sull’individuo, ma anche privare la società di importanti talenti e ridurre la coesione sociale. Mark Terkessidis, autore ed esperto in materia di migrazione, spiegherà il concetto di pari opportunità e le conseguenze a livello sociale e individuale di una loro ripartizione ingiusta.

Il Convegno offrirà anche un’occasione per confrontarsi con le problematiche che si profilano a livello professionale e formativo. Verranno esplorati alcuni approcci atti a fare in modo che gli individui possano scoprire e sviluppare i propri talenti in queste due dimensioni.

Esther Sancho, direttrice amministrativa della Perret Sanitaire SA, presenterà il punto di vista di un datore di lavoro su come creare opportunità per i datori di lavoro stessi e i lavoratori. Laurence Monnard e Jérôme Despont, dell’organizzazione réalise, illustreranno come chi segue una formazione improntata all’acquisizione di competenze pratiche e alle esigenze delle aziende possa vedersi schiudere nuove possibilità e trovare più facilmente un’occupazione.

Parlando di formazione, Jürg Schoch, presidente di Allianz Chance+ ed ex rettore del liceo Unterstrass, si soffermerà sugli ostacoli strutturali e sulle discriminazioni con cui devono fare i conti i bambini e i giovani provenienti da contesti familiari svantaggiati, con un basso livello di istruzione e un passato migratorio. Elke-Nicole Kappus, direttrice del servizio per le pari opportunità presso l’Alta scuola pedagogica di Lucerna, presenterà le piste e gli approcci concreti per integrare le pari opportunità nella formazione dei docenti e, attraverso questi ultimi, nelle scuole.

Durante una tavola rotonda con i relatori si cercherà infine di individuare le possibili soluzioni per conciliare tra loro diversità, pari opportunità ed esigenze del mercato del lavoro.