SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

Nessuno dice la verità, nessuno risponde alle nostre domande. O lo fanno girandoci attorno, rispondendo in realtà ad altro rispetto a quanto vogliamo sapere, convinti di farci contenti.

E i misteri sulla LIA non si risolvono, anzi. In questo caso, ci riferiamo alla copertura assicurativa per le varie aziende. Se esse non sono in regola con l’albo dei padroncini, a cui come noto molte sono contrarie, in caso di sinistro a un operaio, le varie assicurazioni rispondono oppure no?

Se lo era chiesto Andrea Genola, uno dei principali contestatori della legge Lia, noi di TICINO-POLITICA ci siamo presi a cuore la questione, interpellando varie assicurazioni.

Da alcune, a voce, non abbiamo ricevuto risposte.

Allora, abbiamo inviato una lettera, chiara, netta, semplice, formulata tramite il nostro studio legale: “dal profilo della responsabilità civile, la Vostra Compagnia di assicurazione, confrontata con un assicurato che per svariate ragioni non è iscritto all’albo LIA, potrebbe per questo solo motivo rifiutare la copertura di danni a terzi?”.

Domanda evidente, ci pare. L’unica a fornirci una replica scritta è l’Allianz, ma qualcosa non va. “Il fatto che un’impresa sia registrata o meno nel registro centrale del Cantone non ha alcuna rilevanza ai fini assicurativi, perché assumiamo i rischi derivanti dalla sua attività. Quindi, se anche l’impresa interessata non compare sul registro centrale, in caso di sinistro sussiste una copertura assicurativa nei limiti della portata convenuta”.

E si augurano di aver risposto in maniera esauriente. A dire il vero, decisamente no. O meglio, non hanno assolutamente chiarito: noi volevamo sapere che cosa accade in caso di non iscrizione alla LIA, il registro centrale non c’entra proprio nulla. Non hanno capito o non vogliono spiegare come stanno le cose?

Mistero…

In allegato la risposta in oggetto le nostre domande, “caso Legge Lia”.

Cosi’ come aperta la busta ricevuta la mettiamo a vostra disposizione, senza nemmeno scannerizzare, non ne vale la pena. Ci spiace dire che in relazione la nostra richiesta era a nostro modesto parere impossibile fraintendere.

QUI LA RICHIESTA LEGGE LIA – RC IN CASO DI SINISTRO. PARTITA LA RICHIESTA SCRITTA ALLE PRINCIPALI ASSICURAZIONI

QUI LA RISPOSTA