SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

Il Consiglio di Stato ha approvato un sussidio di CHF 1’769’416.00 per realizzare le necessarie opere di riqualificazione fluviale in zona Torretta a Bellinzona e per i lavori preliminari. L’intervento s’inserisce in un progetto più ampio che riguarderà la rinaturazione del fiume Ticino con la creazione del Parco fluviale SaleggiBoschetti.

L’intervento che prevede la sistemazione idraulica e la rivitalizzazione integrale del fiume Ticino in zona Torretta costituisce la prima fase – come detto – di un progetto più ampio
che riguarderà il fiume nelle zone Saleggi-Boschetti. Saranno inoltre effettuati interventi complementari in corrispondenza dell’immissione del riale Progero a Gudo e dell’arginatura in zona Torretta a Bellinzona.

Il Parco sostenuto dal Dipartimento del territorio (DT) e dall’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) e i cui promotori sono il Consorzio Correzione Fiume Ticino e la Città di Bellinzona, verrà realizzato in fasi distinte, programmate sull’arco di più anni e che verranno avviate nel corso del 2019, con un investimento totale di circa 80 milioni finanziati da Cantone e Confederazione.

Il progetto di rinaturazione Saleggi-Boschetti è dettato da due esigenze fondamentali: da una parte la necessità di garantire maggiore sicurezza del territorio e la protezione contro le piene, favorendo la dinamicità naturale delle acque, intervenendo sulla stabilità degli argini e sulla riduzione dell’erosione del fiume. Dall’altra, la volontà di tutelare e valorizzare l’ambiente, consentendo anche una migliore fruibilità del fiume da parte della
popolazione.

Infatti, se le opere di correzione del Ticino effettuate nei decenni passati hanno portato benefici sotto diversi aspetti, è altrettanto vero che hanno incanalato il fiume in percorsi obbligati. Ciò ha determinato, nel corso del tempo, una riduzione della dinamicità fluviale, l’abbassamento del letto del fiume e l’erosione dei suoi argini.