Home OPINIONI Chi non avrebbe gradito l’interrogazione sulle onoranze funebri del Basso Ceresio? Arriva...

Chi non avrebbe gradito l’interrogazione sulle onoranze funebri del Basso Ceresio? Arriva una mail “intimidatoria” per Sara Beretta Piccoli

L’atto parlamentare era stato presentato in quanto nel mercato delle onoranze funebri un solo impresario detiene quasi due terzi del mercato.

Il centro di onoranze funebri del Basso Ceresio era stato oggetto di un’interpellanza della deputata PPD Sara Beretta Piccoli che aveva chiesto al Governo di fare verifiche presso le ditte che hanno svolto prestazioni nell’anno 2017 nei ricoveri e nelle case per anziani al fine di evitare eventuali ingerenze.

A prima visione dei fatti avvenuti sembra un interrogazione non gradita a un presunto dipendente della ditta, infatti proprio in data odierna è stata recapitata una mail intimidatoria. Sara Beretta Piccoli ha definito la missiva “intimidatoria e senza rispetto per una donna che si è messa a disposizione della collettività, a seguito di un legittimo atto parlamentare e che denigra pure la morte… è una vergogna!.

Nella mail si posso evincere i toni con il quale il presunto dipendente della ditta si è espresso:

  • Come va l’indagine sulle presunte “birichinate” da parte delle pompe funebri nel Mendrisiotto?
  • Sono ansioso…
  • Fernando Coltamai è a quota 335 servizi
  • Probabilmente non si ferma li….
  • Mi raccomando, indaghi indaghi…