Il 2 giugno 2020 il Dipartimento del territorio annunciava la pubblicazione delle Proposte di modifiche del Piano direttore – marzo 2020 (informazione e partecipazione a norma dell’art. 11 Lst) Scheda R/M3 Agglomerato del Luganese.

Le proposte di modifiche del Piano direttore (marzo 2020), il rapporto esplicativo e la Scheda R/M3 Agglomerato del Luganese (Circonvallazione Agno-Bioggio) sono depositati, previo avviso all’albo comunale, presso le Cancellerie di tutti i Comuni del comprensorio di competenza della Commissione Regionale dei Trasporti del Luganese (CRTL), dall’8 giugno all’8 luglio 2020 a norma dell’art. 11 Lst; durante lo stesso periodo, nei Comuni di Agno, Bioggio e Muzzano sono depositati gli atti relativi al progetto di Circonvallazione Agno-Bioggio per la procedura di informazione e partecipazione ai sensi dell’art. 8a della Legge sulle strade. Ogni persona fisica e giuridica, i Comuni
e gli altri enti interessati possono presentare osservazioni o proposte ai sensi dell’art. 11 Lst al Dipartimento del territorio.

Nel frattempo l’associazione Cittadini per il territorio del Luganese e l’ATA (Associazione traffico e ambiente) hanno ottenuto una proroga dei termini fino al 16 agosto 2020. Come si legge nel Rapporto esplicativo – Scheda R/M3 Agglomerato del Luganese (circonvallazione Agno-Bioggio), «con il presente fascicolo il CdS pone in consultazione la proposta di modifica della scheda RM3 Agglomerato del Luganese che riguarda la viabilità del Basso Vedeggio più
comunemente chiamata Circonvallazione Agno- Bioggio (CAB); la modifica riguarda il nuovo tracciato della strada così come scaturito dall’ottimizzazione del progetto avviata dal Dipartimento del territorio (DT) nel 2016 (variante C-2019). Parallelamente alla consultazione del PD in oggetto si svolge la consultazione, secondo l’art. 8a della Legge sulle strade, sul Progetto di massima della Circonvallazione Agno-Bioggio del 22.03.2019, i cui contenuti permettono di meglio comprendere le proposte di modifiche del Piano direttore.»

Sorprendentemente in un comunicato stampa del Consiglio di Stato del 1° luglio 2020 si legge: «Il Consiglio di Stato ha proceduto all’assegnazione del mandato concernente le prestazioni per la progettazione definitiva ed esecutiva del nuovo tracciato della circonvallazione Agno-Bioggio (CAB)». Se ci fossero ancora dubbi, si legge pure: «Si ricorda che il nuovo tracciato permette di preservare porzioni significative di territorio in quanto lo stesso scorre per buona parte interrato in zona riva lago ad Agno, parallelamente all’aeroporto, per ricongiungersi alla strada industriale in zona Cavezzolo a Bioggio».

Per il Consiglio di Stato è dunque dato acquisito e pronto per un mandato di progettazione di quasi 14 milioni un progetto che al contempo è oggetto di consultazione!

Ai sensi dell’art. 98 LGC, si chiede pertanto al Consiglio di Stato:

  1. Non ritiene questa assegnazione di un mandato di progettazione per un’opera in consultazione un atto profondamente irrispettoso dei diritti di partecipazione dei cittadini e delle cittadine, diritti sanciti dagli artt. 11 Lst e 8a Legge sulle strade?
  2. Come intende recepire nel progetto già assegnato le proposte pianificatorie (art. 11 cpv. 1 Lst) scaturite dalla consultazione?
  3. Ritiene che eventuali varianti scaturite dalla consultazione potranno provocare costi supplementari o ha già deciso di non tenerne conto?

Carlo Lepori