Il Dipartimento del territorio (DT) comunica che l’Ufficio degli automezzi e delle macchine dello Stato (UAMS) ha acquistato cinque nuovi veicoli a trazione elettrica, ora a disposizione dell’Amministrazione cantonale quali autoveicoli di servizio.

Le vetture sostituiscono altrettanti automezzi a motore termico del parco veicoli UAMS che a breve termine verranno dismessi.
Questa nuova acquisizione s’inserisce nel solco della politica energetica a livello federale volta a ridurre le emissioni di CO2 dei veicoli.

A tale proposito, la Confederazione, nella giornata di ieri ha annunciato l’imminente realizzazione di stazioni di ricarica veloce su cento aree di sosta lungo le strade nazionali.

Considerato che la maggior parte degli spostamenti di servizio dell’Amministrazione cantonale vengono generalmente effettuati all’interno degli agglomerati e sulla scorta dell’esito positivo della sperimentazione condotta nell’ambito dell’iniziativa di sensibilizzazione “Bike to work – Al lavoro in bici”, offerta a tutti i collaboratori, il DT
prosegue dunque il suo cammino verso una mobilità più sostenibile.

Grazie a questa nuova acquisizione, che persegue l’obiettivo del Direttore del DT Claudio Zali di rinnovare gradatamente il parco dei veicoli dello Stato con automezzi maggiormente efficienti, al fine di ridurre l’impatto ambientale, l’UAMS dispone ora di dodici vetture a trazione elettrica, undici a trazione ibrida (motore a benzina/elettrico, rispettivamente diesel/elettrico), nonché due veicoli alimentati a gas naturale.