SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

Con il programma d’impulso «Capacità d’innovazione Svizzera» e l’iniziativa flagship, l’Agenzia svizzera per la promozione dell’innovazione Innosuisse lancia a gennaio due nuove iniziative di promozione. Il programma d’impulso mira a stimolare specificatamente i progetti d’innovazione fondati sulla scienza di piccole e medie imprese nel periodo della pandemia da Covid-19. Con l’iniziativa flagship Innosuisse intende dare slancio alle innovazioni sistemiche che rivestono un’importanza centrale nelle sfide economiche e sociali cui fa fronte in questo momento la Svizzera.

Programma d’impulso «Capacità d’innovazione Svizzera»

A novembre 2020 il Consiglio federale ha adottato la decisione di lanciare dal 2021 il programma d’impulso «Capacità d’innovazione Svizzera» a cura di Innosuisse. L’obiettivo è quello di stimolare le attività di innovazione e di garantire la competitività a lungo termine delle piccole e medie imprese (PMI) e di altre organizzazioni commerciali con un massimo di 500 posti di lavoro a tempo pieno nell’ottica dell’attuale pandemia. Nell’ambito di questo programma, i contributi dei partner attuatori possono essere inferiori rispetto ai consueti progetti d’innovazione fondati sulla scienza. Per i nuovi progetti presentati nel 2021 e nel 2022 i richiedenti possono scegliere tra due misure speciali. Negli altri casi sono d’applicazione le stesse condizioni previste per la promozione regolare di progetti d’innovazione. Le domande si potranno presentare online dal 7 gennaio 2021 sul portale di Innosuisse.

Iniziativa flagship

Con l’iniziativa flagship, Innosuisse mira a promuovere progetti che, grazie al loro approccio sistemico e transdisciplinare, consentono di innovare in settori di grande rilevanza per l’economia e la società svizzere. Il 14 gennaio 2021 Innosuisse lancerà il primo bando con i seguenti focus tematici:

  1. gestione della trasformazione digitale indotta e accelerata dal Covid-19, con un’attenzione particolare alle seguenti quattro aree: educazione, apprendimento e insegnamento, turismo e settore dei viaggi, immobili e urbanistica, sanità e tecnologie mediche;
  2. miglioramento della capacità di resistenza e della sostenibilità e riduzione della vulnerabilità della società, delle infrastrutture e dei processi, con un’attenzione particolare alle seguenti quattro aree: cambiamento demografico, catene di fornitura, capacità di resistenza delle infrastrutture TIC, decarbonizzazione.

I consorzi costituiti da almeno tre partner di ricerca e da almeno due partner attuatori, come ad esempio PMI o grandi imprese, possono presentare domanda entro il 31 marzo 2021.

André Kudelski, presidente di Innosuisse, è convinto che queste due iniziative consentiranno di rafforzare la competitività a lungo termine dell’economia svizzera, garantendo in particolare la capacità innovativa delle PMI. A suo avviso, la crisi legata alla pandemia di Covid-19 ha ulteriormente accelerato la necessità di cambiamenti strutturali soprattutto per quanto riguarda la digitalizzazione dell’economia. In questo contesto, la necessità di pensare e sviluppare nuovi modelli di business costituisce anche un’opportunità per le imprese svizzere. «Con il programma d’impulso, Innosuisse intende rafforzare la capacità innovativa e creativa delle PMI affinché queste possano cogliere le opportunità emergenti e rispondervi adeguatamente. Attraverso l’iniziativa Flagship e il suo approccio aperto e transdisciplinare, intendiamo offrire alle imprese la possibilità di realizzare progetti di particolare interesse nazionale che poggiano su soluzioni innovative o addirittura su nuovi modelli di business», afferma André Kudelski.

Segreteria di Stato dell’economia SECO