SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

Le autorità cantonali hanno raccolto diverse segnalazioni di cittadine e cittadini a cui è stato recapitato un messaggio sul proprio cellulare con un link diretto alla piattaforma di registrazione per la vaccinazione, indipendentemente dall’età e dall’appartenenza a una categoria che attualmente ha accesso alla campagna vaccinale. È importante chiarire che questa procedura è sconsigliata e non porta in ogni caso all’ottenimento di un appuntamento per le persone che attualmente non ne hanno diritto. Le registrazioni che violano i criteri di iscrizione, espressamente dichiarati sulla pagina web del Cantone, verranno eliminate dal sistema. Le autorità raccomandano di seguire le indicazioni e di non procedere con questa modalità che, oltre a non fornire alcun vantaggio al cittadino, produce un maggior carico di lavoro alle autorità.

L’unica procedura corretta per annunciarsi per la vaccinazione è quella indicata dalle autorità, che prevede di accedere alla pagina cantonale www.ti.ch/vaccinazione, verificare di appartenere a una delle categorie per le quali la vaccinazione è aperta e, solo in quel caso, procedere all’iscrizione tramite la pagina dedicata alla prenotazione online. Le persone vengono dapprima registrate e, non appena è disponibile, ricevono l’appuntamento per la vaccinazione.    

Prima di procedere alla registrazione è necessario autocertificare di appartenere ad una delle categorie che attualmente hanno diritto a mettersi in lista di attesa per la vaccinazione. Al momento possono iscriversi le persone con 65 anni (compiuti) o più, le persone con malattie croniche ad alto rischio e il personale sanitario a contatto diretto con i pazienti.  

Nel caso in cui una persona dovesse accedere aggirando il sistema senza compilare l’autocertificazione, non riceverà in ogni caso un appuntamento e la sua registrazione verrà successivamente cancellata.  

L’esito è analogo anche nel caso in cui una persona dovesse inserire dati non corretti durante la procedura di registrazione (alterando per esempio la propria data di nascita): questa persona riceverà un appuntamento ma verrà rifiutata al momento della verifica dei dati al Centro cantonale di vaccinazione.

Per questo motivo le persone che attualmente non hanno diritto alla vaccinazione non devono iscriversi sulla piattaforma. Questo, oltre ad essere inutile per la persona stessa, crea un maggior onere lavorativo per i servizi cantonali attualmente già molto impegnati sul fronte della campagna vaccinale.