SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

Nella seduta odierna, il Consiglio di Stato ha licenziato il Messaggio che propone la concessione di un contributo unico a fondo perso di 4’832’100 franchi per la costruzione di un nuovo edificio a Neggio della Fondazione La Fonte destinato a casa con occupazione.

Il nuovo stabile, denominato Fonte 3 e che andrà a sostituire un insieme di edifici già esistenti salvaguardando nel contempo la storica Villa Soldati, prevede tre livelli per un totale di 24 posti, con un aumento di tre posti rispetto alla dotazione attuale. Alla base del progetto vi è la volontà di rendere maggiormente funzionale per gli operatori e per gli utenti gli spostamenti e la vita all’interno della struttura. L’obiettivo è di evitare la percezione di vita in istituto favorendo soluzioni maggiormente prossime a un vissuto di casa. La casistica rimarrà invariata, verranno quindi ospitati utenti con disabilità cognitiva di grado medio/grave e in misura minore psichica. Da un punto di vista energetico l’edificio sarà certificato Minergie-P. L’iniziativa segue quanto previsto dalla pianificazione 2019-2022 delle strutture e dei servizi per invalidi adulti finanziati dalla Legge sull’integrazione sociale e professionale degli invalidi (LISPI), approvata dal Consiglio di Stato il 6 novembre 2019. Il contributo cantonale rappresenta, ai sensi della LISPI, il 70% della spesa ritenuta sussidiabile. Il credito sarà sottoposto all’approvazione del Gran Consiglio.