Il Gran Consiglio ticinese, riunitosi ieri a Bellinzona sotto la presidenza di Pelin Kandemir Bordoli, ha:

  • accolto, con 41 sì e 33 no, le conclusioni del rapporto di minoranza della Commissione speciale Costituzione e diritti politici: Fabio Bacchetta-Cattori) concernenti la modifica della Costituzione della Repubblica e Cantone Ticino del 14 dicembre 1997 (Introduzione del principio della sussidiarietà nella Costituzione cantonale), annessa al messaggio n. 7250;
  • approvato, con 36 sì, 30 no, e 3 astensioni, la modifica della Legge sul Gran Consiglio e sui rapporti con il Consiglio di Stato del 24 febbraio 2015 (LGC), annessa al rapporto n. 7290R della Commissione speciale Costituzione e diritti politici (relatore: Fabio Bacchetta-Cattori) e il relativo controprogetto commissionale all’iniziativa parlamentare elaborata 14 febbraio 2017 di Boris Bignasca e cofirmatari per la modifica dell’art. 42 della Costituzione cantonale: possibilità di referendum facoltativo su ogni aggravio a carico dei cittadini;

approvato:

  • con 65 sì e 1 astensione, il decreto legislativo concernente lo stanziamento di un credito netto di fr. 1’020’000.- e l’autorizzazione alla spesa di fr. 1’570’000.-, quale aggiornamento del credito attuale di fr. 20’337’000.-, per la realizzazione del nodo di interscambio via Pascolo/via Ferrera ad Ascona (misura TP 1) e altri interventi, nell’ambito del Programma di agglomerato del Locarnese di seconda generazione (PALoc2)
  • con 63 sì e 1 astensione, il decreto legislativo concernente lo stanziamento di un credito netto totale di fr. 5’435’000.- e l’autorizzazione alla spesa di fr. 13’340’000.-, quale aggiornamento del credito attuale di fr. 2’480’000.-, nell’ambito del Programma di agglomerato del Locarnese di terza generazione (PALoc3)
  • con 63 sì e 1 astensione, il decreto legislativo concernente lo stanziamento di un contributo netto di fr. 2’385’000.- e l’autorizzazione alla spesa di fr. 6’258’000.- per la realizzazione del nodo ferroviario TILO di Minusio (misura CmP3) nell’ambito del Programma d’agglomerato del Locarnese di seconda generazione (PALoc2)

annessi al messaggio n. 7593 (relatore per la Commissione della gestione e delle finanze: Nicola Pini);

  • approvato, con 63 sì e 1 astensione, il decreto legislativo concernente l’approvazione del progetto selvicolturale dei boschi di protezione del Monte Boglia nel Comune di Lugano e lo stanziamento di un credito di fr. 8’160’000.- quale sussidio cantonale, rispettivamente l’autorizzazione alla spesa di fr. 9’977’000.- quale sussidio complessivo cantonale e federale, annesso al messaggio n. 7605 (relatore per la Commissione speciale bonifiche fondiarie: Fabio Schnellmann);

approvato:

  • con 62 sì e 1 astensione, il decreto legislativo concernente la concessione di un credito netto di fr. 8’382’000.- e l’autorizzazione alla spesa di fr. 14’850’000.-, quale aggiornamento del credito attuale di fr. 5’100’000.-, nell’ambito del Programma di agglomerato del Bellinzonese di seconda generazione (PAB 2), per un totale di 19’950’000 franchi
  • con 62 sì e 1 astensione, il decreto legislativo concernente la concessione di un credito netto di fr. 745’000.- e l’autorizzazione alla spesa di fr. 1’600’000.- per le prime misure di carattere stradale nell’ambito del Programma di agglomerato del Bellinzonese di terza generazione (PAB 3)
  • con 62 sì e 1 astensione, il decreto legislativo concernente la concessione di un credito netto di fr. 520’000.- e l’autorizzazione alla spesa di fr. 1’620’000.-, per la realizzazione del nuovo nodo intermodale alla fermata ferroviaria di S. Antonino nell’ambito del Programma d’agglomerato del Bellinzonese di terza generazione (PAB 3)

annessi al messaggio n. 7617 (relatore per la Commissione della gestione e delle finanze: Bixio Caprara);

  • approvato, con 53 sì e 2 astensioni, il decreto legislativo concernente l’approvazione del Piano di utilizzazione cantonale del Parco del Piano di Magadino, variante rete sentieristica e ponte ecologico in località Boschetti, annesso al rapporto n. 7622R della Commissione speciale per la pianificazione del territorio (relatore: Giancarlo Seitz);
  • accolto, con 55 sì e 1 astensione, le conclusioni del rapporto della Commissione della
  • legislazione (relatore: Carlo Lepori), concernenti la mozione 18 giugno 2018 di Matteo
  • Quadranti e cofirmatari “Salviamo i reperti archeologici prima che sia troppo tardi”;
  • accolto, con 55 sì e 1 astensione, le conclusioni del rapporto n. 7513R della Commissione speciale per la pianificazione del territorio (relatore: Sebastiano Gaffuri), concernenti la mozione 18 settembre 2017 di Luigi Canepa e Omar Terraneo e cofirmatari “Abbandono dei nuclei originali nei Comuni: recuperiamo il recuperabile”.