È stata pubblicata la nuova pagina web «Il Cantone Ticino in lingua facile», creata per spiegare attraverso un linguaggio accessibile a tutti il funzionamento delle istituzioni cantonali. Il progetto, realizzato con la consulenza di Pro Infirmis, concretizza una mozione parlamentare e uno degli obiettivi del Programma di Legislatura 2019/2023 del Consiglio di Stato per favorire una migliore informazione a tutte le fasce della popolazione.

In Svizzera si stima che centinaia di migliaia di persone abbiano difficoltà a leggere testi complicati. Per questo, negli ultimi anni, sono numerose le iniziative da parte di enti pubblici (come ad esempio il Parlamento svizzero) e privati per l’elaborazione di testi in un «linguaggio semplificato» che rende le informazioni maggiormente comprensibili e accessibili ad un ampio pubblico. La lingua facile rende possibile, in particolare per le persone con difficoltà di lettura, comprendere le informazioni e partecipare alla vita nella società.

Cosciente di questa problematica, il Consiglio di Stato ha inserito nel Programma di Legislatura 2019/2023 l’obiettivo di rendere più accessibile la comunicazione ufficiale dello Stato. Il Governo ha perciò dato seguito a una mozione parlamentare, presentata il 15 ottobre 2019 dalla deputata Laura Riget e cofirmatari, che chiedeva di sviluppare una pagina web in lingua facile nella quale si descrivesse il funzionamento delle istituzioni cantonali.

Il testo della nuova pagina web è stato redatto con la consulenza di Pro Infirmis Ticino e Moesano, e rispetta tutte le regole della lingua facile. Come richiesto anche dalla mozione parlamentare, il Cantone si impegnerà ora per sviluppare anche istruzioni di voto in lingua facile, da diffondere in occasione di elezioni cantonali e comunali.