SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

Il DFAE ha preso atto con rammarico della decisione di rinviare le elezioni legislative e presidenziali palestinesi previste per il 22 maggio e il 31 luglio 2021. Lo svolgimento di queste tornate elettorali è essenziale per ripristinare la legittimità delle istituzioni palestinesi, ristabilire l’unità politica palestinese e mantenere la possibilità della soluzione a due Stati. In questo periodo fragile la Svizzera invita alla moderazione ed esorta a fissare rapidamente una data per le elezioni.

In occasione dei suoi incontri con il primo ministro Mohammad Shtayyeh e il ministro degli esteri Riyad al-Malki a Ramallah il 30 novembre 2020, il consigliere federale Ignazio Cassis ha sottolineato l’importanza di ripristinare la legittimità democratica delle istituzioni palestinesi. Per la Svizzera, istituzioni palestinesi forti, inclusive e funzionali sono essenziali per promuovere lo Stato di diritto e i diritti umani e per rafforzare il buongoverno.

Il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) invita tutte le parti a riprendere gli sforzi per garantire elezioni libere, inclusive e trasparenti in tutto il Territorio palestinese occupato, compresa Gerusalemme Est, come previsto dagli accordi sottoscritti. Un’intera generazione di Palestinesi è ormai cresciuta senza potersi esprimere alle urne, una nuova data per le elezioni deve dunque essere fissata senza indugio per dare prospettive alla popolazione.

Il DFAE resta a disposizione delle parti per facilitare la ripresa del dialogo e invita tutti gli attori coinvolti a dare prova di moderazione in questo momento delicato. La ricerca di una soluzione negoziata a due Stati, conforme al diritto internazionale e ai parametri concordati sul piano internazionale, è una delle priorità della Strategia MENA 2021–2024 del Consiglio federale.