SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

A Lugano la complessità dei casi che necessitano di sostegno sociale è in aumento. La Città – che continua e continuerà a garantire una presa a carico puntuale tramite il Servizio di accompagnamento sociale – per prevenire bisogni futuri ha istituito un gruppo di lavoro con l’obiettivo di valutare un’eventuale diversa ripartizione fra curatori professionisti e privati, la cui gestione, consulenza e formazione è garantita dall’Autorità regionale di protezione 3. Previsti corsi di formazione per curatori a partire da marzo 2021.

Complice, anche, il periodo pandemico, la Città nel 2020 ha riscontrato rispetto al 2019 un lieve aumento dei casi di curatela gestiti dal Servizio di accompagnamento sociale (SAS). Nel 2020 il settore curatele del SAS è quindi stato potenziato, così da permettere l’assunzione di ulteriori mandati tramite l’autorità regionale di protezione. A oggi i mandati attivi sono 126, in crescita sia numericamente sia per complessità. Il 2019 si era chiuso con 120 mandati.

L’ARP3 opera sia con curatori privati che curatori professionisti. Alcuni mandati sono assunti regolarmente dal SAS dove operano dei professionisti, mentre l’ARP3 garantisce gestione, consulenza e formazione dei curatori privati, con un notevole investimento di risorse e competenze specialistiche. Una diversa ripartizione dei casi a favore di un maggior numero di curatori professionisti renderebbe la gestione per l’ARP maggiormente sostenibile: per questa ragione la Città ha istituito un gruppo di lavoro incaricato di analizzare la situazione e definire la modalità più adeguata per far fronte al bisogno.

Inoltre, a partire dalla primavera 2021, con l’obiettivo di garantire un sostegno e consolidare l’attività dei curatori attivi, la Città di Lugano e l’ARP3 offriranno un corso di formazione gratuito che interesserà tematiche in ambito di curatele amministrative a favore di persone adulte e curatele educative a favore di minori.

Come noto, nel 2015 è stata avviata una sostanziale riorganizzazione dell’autorità di protezione con sede a Lugano, con l’unificazione delle due autorità competenti per il comprensorio di Lugano in un’unica autorità e, nel 2016, il trasferimento dell’ARP3 in un’unica sede a Breganzona. La riorganizzazione ha comportato un rafforzamento dell’organico che oggi può rispondere in modo tempestivo e qualificato alle crescenti necessità del territorio. Il numero e la complessità delle situazioni che richiedono un intervento di protezione a favore del cittadino sono, infatti, cresciute.

L’ARP3 – un progetto pilota nell’ambito della riorganizzazione cantonale del settore della protezione – è suddivisa in due camere, la prima specializzata in ambito di protezione degli adulti e la seconda dei minorenni. I membri delle due camere hanno formazione interdisciplinare e sono specialisti che garantiscono il concetto di collegialità e di interdisciplinarità, così come previsto dalla modifica del codice civile avvenuta nel 2013 e dalle leggi cantonale e federale in materia. L’organico è composto da una presidente (avvocato), una presidente aggiunta (avvocato), un presidente aggiunto (giurista), due membri permanenti (pedagogista clinica e assistente sociale), un delegato del Comune e due aggiunti (assistenti sociali).