Il Consiglio di Stato ha decretato l’aggregazione del Patriziato di Faido e della Degagna di Tarnolgio in Piano, che daranno vita al nuovo Patriziato di Faido, frutto della fusione dei due Enti.

I cittadini patrizi, chiamati ad esprimersi in votazione consultiva lo scorso 6 maggio, hanno confermato all’unanimità la volontà nonché la necessità di aggregarsi. In quest’ottica i nuovi Patriziati potranno guardare con fiducia e ottimismo al futuro continuando a salvaguardare e promuovere i propri beni a beneficio della collettività. Il Governo, che tramite il Dipartimento delle istituzioni ha accompagnato e sostenuto passo dopo passo la procedura di aggregazione, esprime piena soddisfazione per l’esito finale positivo, che permette a tutti i cittadini patrizi interessati di guardare con fiducia e propositività al futuro.

Questa aggregazione si inserisce, infatti, nella strategia cantonale di promozione e valorizzazione dei Patriziati quali Enti locali fondamentali e sussidiari nei confronti dei Comuni, in particolare nella gestione del territorio. L’elezione dell’Ufficio patriziale, che determinerà formalmente la nascita del nuovo Patriziato di Faido, è prevista entro la fine del 2018.