La Commissione cantonale della formazione professionale, riunitasi il 15.10.2019 sotto la presidenza di Nadia Ghisolfi e alla presenza di Manuele Bertoli, direttore del Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sporto (DECS) e Paolo Colombo, direttore della Divisione della formazione professionale (DFP), ha espresso interesse per le priorità di legislatura “Più duale” e “Obiettivo 95% e le rispettive misure operative presentate.

Nell’incontro la DFP ha presentato ai membri della Commissione i principali dati e analisi della formazione professionale in Ticino, con un accento sulle peculiarità cantonali rispetto al resto della Svizzera nelle scelte dei giovani dopo la scuola media, nella messa a disposizione di posti di apprendistato da parte delle aziende e nel rischio di esclusione dal sistema formativo senza aver conseguito un diploma. Successivamente è stato presentato il piano d’azione elaborato dal DECS per la legislatura 2019-2023 con due ambiti e obiettivi complementari:

  • il progetto “Più duale”, mediante il quale s’intende incrementare e diversificare le opportunità di formazione professionale di base e sostenere la qualità e la professionalità nelle aziende attraverso l’incremento del numero di posti di apprendistato messi a disposizione dalle aziende;
  • il progetto “Obiettivo 95%”, mediante il quale s’intende assicurare che tutti i giovani residenti, dopo la scuola obbligatoria e almeno fino a 18 anni, siano seguiti e accompagnati nel quadro di un progetto individuale di formazione che possa permettere loro di conseguire un diploma di secondario II.

Nella successiva discussione i membri della Commissione hanno potuto confrontarsi sulle misure operative presentate, in particolare sulle azioni a sostegno delle aziende, con pareri e proposte. La Commissione ha espresso interesse per le misure operative previste dal piano d’azione, sottolineando l’importanza di promuovere in modo coordinato sia la domanda di posti di tirocinio (da parte dei giovani e adulti) che l’offerta da parte delle aziende, contribuendo a uno sviluppo coerente e sostenibile della formazione duale in Ticino.