SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

Sono in corso dall’inizio dell’anno i lavori per attuare nei dettagli la strategia di ubicazione di Agroscope. Il 21 agosto 2019 il consigliere federale Guy Parmelin ha informato i collaboratori e, lo stesso giorno, gli altri membri dell’Esecutivo sullo stato di avanzamento dei lavori. Mentre gli accertamenti interni si sono svolti nei tempi prestabiliti, i colloqui e le trattative con i Cantoni sulle stazioni sperimentali richiederanno più tempo del previsto. Il Consiglio federale si pronuncerà sul progetto dettagliato e sul piano d’attuazione al più tardi entro il secondo trimestre 2020.

Agroscope – il centro di competenza della Confederazione per la ricerca nel settore agricolo – comprenderà in futuro un campus di ricerca centrale a Posieux (FR), due centri di ricerca regionali, uno a Changins (VD) e uno a Reckenholz (ZH), e varie stazioni sperimentali locali. La decisione di principio di seguire soltanto questa variante nell’impostare la strategia di ubicazione di Agroscope era stata presa dall’Esecutivo il 30 novembre 2018, che aveva contemporaneamente commissionato al DEFR l’elaborazione di un progetto dettagliato e di un piano d’attuazione entro la fine del 2019.

Il 21 agosto 2019 Eva Reinhard – direttrice di Agroscope – e il consigliere federale Guy Parmelin hanno informato sullo stato di avanzamento dei lavori e sui prossimi passi. Gli accertamenti interni sull’impostazione, sulle attività e sul fabbisogno infrastrutturale presso le sedi di Posieux, Changins e Reckenholz sono conclusi (cfr. riquadro con i profili sintetici di queste sedi). I risultati emersi fungeranno da base per ulteriori discussioni nonché per i colloqui sulla cooperazione orientata alla prassi nelle stazioni sperimentali decentrali.

Il capo del DEFR intende incontrare di persona i rappresentanti dei Cantoni che ospitano le stazioni sperimentali attuali e gli esponenti cantonali eventualmente disposti a ospitarne di nuove nonché intrattenere ulteriori colloqui con rappresentanti degli ambienti agricoli, scientifici e dell’amministrazione. Sono anche previste consultazioni nelle commissioni parlamentari. Dato che le trattative con i Cantoni richiedono più tempo del previsto, il rapporto sul progetto dettagliato e sul piano d’attuazione potrà essere presentato al Consiglio federale soltanto nel secondo trimestre del 2020. Questo ritardo non concerne però il progetto edile di Posieux: nel messaggio sugli immobili 2020 saranno richiesti i fondi necessari per questo laboratorio. Come base decisionale sarà presentato al Parlamento il piano generale del campus di Posieux.

L’attuazione della strategia di ubicazione di Agroscope permetterà di conseguire importanti risparmi sui costi infrastrutturali, di aumentare l’efficienza a livello operativo e di sfruttare le sinergie nella ricerca. Il Parlamento ha accolto la proposta di convertire l’iniziale progetto di risparmio in un’iniziativa d’incremento dell’efficienza: Agroscope potrà infatti investire i risparmi conseguiti con il raggruppamento delle sedi in progetti di studio e sperimentazione, a tutto beneficio della ricerca agraria, che sarà così in grado di poter meglio affrontare le future sfide agro-alimentari.