SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

Il 18 dicembre 2020 il Parlamento ha approvato il recepimento di vari regolamenti dell’UE sul Sistema d’informazione di Schengen (SIS) e adottato le necessarie modifiche del diritto svizzero. Di conseguenza devono essere ora adeguate alcune ordinanze. Nella riunione del 13 gennaio 2021 il Consiglio federale ha avviato la pertinente procedura di consultazione.

Il recepimento dei regolamenti UE “SIS polizia”, “SIS frontiere” e “SIS rimpatrio” implica modifiche legislative che devono essere concretizzate nelle ordinanze. Per questo motivo il Consiglio federale avvia la consultazione sull’adeguamento delle seguenti ordinanze:

  • ordinanza sulla parte nazionale del Sistema d’informazione di Schengen (N-SIS) e sull’ufficio SIRENE (ordinanza N‑SIS);
  • ordinanza sul sistema di ricerca informatizzato di polizia (ordinanza RIPOL);
  • ordinanza concernente il sistema d’informazione centrale sulla migrazione (ordinanza SIMIC);
  • ordinanza sull’ammissione, il soggiorno e l’attività lucrativa (OASA);
  • ordinanza sul trattamento dei dati segnaletici di natura biometrica.

Nell’ordinanza N‑SIS sono necessarie precisazioni in merito ai diritti d’accesso (p. es. degli uffici cantonali delle armi alle segnalazioni ai fini della ricerca) e alle categorie di segnalazioni (p. es. persone bisognose di protezione e segnalazioni nell’ambito del rimpatrio).

L’OASA va modificata affinché le impronte digitali e l’immagine del viso dei cittadini di Stati terzi nei cui confronti è stata emanata una decisione di rimpatrio possano essere registrate nella banca dati dei dati segnaletici di natura biometrica (AFIS).

Gli adeguamenti delle ordinanze RIPOL e SIMIC sono dovute in particolare al fatto che il RIPOL e il SIMIC sono i sistemi da cui vengono effettuate le segnalazioni nel N‑SIS.

La consultazione si concluderà il 20 aprile 2021.

Ufficio federale di polizia