FrenchGermanItalian

Visita della consigliera federale Viola Amherd in Kosovo e in Bosnia e Erzegovina

- Google NEWS -

L’8 e il 9 settembre 2022 la consigliera federale Viola Amherd visiterà il Kosovo e la Bosnia e Erzegovina. La consigliera federale sarà accompagnata da membri delle Commissioni della politica di sicurezza del Consiglio nazionale e del Consiglio degli Stati. Lo scopo della visita di lavoro è di informarsi sulla situazione della sicurezza in loco e sul ruolo degli impieghi di promovimento della pace della Kosovo Force (KFOR) in Kosovo e dell’European Force (EUFOR) Althea in Bosnia e Erzegovina. Oltre a visitare le truppe svizzere, il capo del DDPS si intratterrà con i comandanti delle missioni NATO e UE e svolgerà colloqui bilaterali con il primo ministro del Kosovo Albin Kurti, il ministro della Difesa della Bosnia e Erzegovina Sifet Podžić e l’Alto rappresentante per la Bosnia e Erzegovina Christian Schmidt.

Il promovimento della pace in ambito internazionale è un compito dell’Esercito svizzero. La guerra in Ucraina ha ulteriormente aumentato l’instabilità nei Balcani occidentali; da tempo la situazione in materia di sicurezza è preoccupante. Dal 1999 la Svizzera partecipa con un contingente (SWISSCOY) alla missione KFOR condotta dalla NATO. In Bosnia e Erzegovina il nostro Paese partecipa dal 2004 alla missione EUFOR Althea comandata dall’UE con un massimo di 20 militari.

Visita di lavoro in Kosovo

Il capo del DDPS si intratterrà con il primo ministro Kurti sulle ripercussioni della guerra in Ucraina, sugli attuali sviluppi nel nord del Kosovo nonché sulla situazione in materia di politica di sicurezza nei Balcani occidentali e discuterà del ruolo della KFOR e del contributo della Svizzera con il comandante della KFOR, Ferenc Kajari. Inoltre la consigliera federale Amherd coglierà l’occasione per visitare un team di collegamento e monitoraggio della SWISSCOY a Mitrovica, nel nord del Kosovo.

Visita di lavoro in Bosnia e Erzegovina

La partecipazione alla missione EUFOR Althea rappresenta il secondo più grande contingente della Svizzera nell’ambito del promovimento militare della pace dopo la KFOR. Oltre all’incontro bilaterale con il suo omologo, Sifet Podžić, il capo del DDPS discuterà anche delle prossime elezioni e delle possibili ripercussioni sulla situazione in materia di politica di sicurezza e del futuro dell’EUFOR Althea con l’Alto rappresentante per la Bosnia e Erzegovina, Christian Schmidt. Infine il capo del DDPS incontrerà il comandante della missione UE, Anton Wessely, per uno scambio di vedute.

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

ATA Color – La tua impresa di pittura preferita

Un servizio di pittura e verniciatura è sempre qualcosa di cui abbiamo bisogno. Nonostante...

PROFUMI & SAPONI: NATURALMENTE ADATTI AD OGNI OCCASIONE

L’artigiano profumiere Emilio Raccagni ha dato vita nel 2004 alla sua prestigiosa attività, oggi...

AV INFORMATICA – LA TECNOLOGIA A DISPOSIZIONE DI TUTTI

In un mondo sempre più veloce è necessario essere sempre al passo con i...