Dal sito personale di Michela Ris https://www.michelaris.ch

Nonostante il risultato previsto in sede di preventivo fortemente deficitario, oltre 4.6 Mio. di franchi dovuto essenzialmente al cambio di Cassa pensione dei dipendenti del Comune, grazie a una politica accorta e lungimirante, si è potuto chiudere il consuntivo per l’anno in esame con un avanzo d’esercizio di 152’003.29 franchi.

L’attività del 2018 è stata svolta nel solco di quanto previsto con la spending review. Tutte le uscite sono state valutate oculatamente dal Municipio e i risultati si vedono, ad esempio, nelle uscite per premi e servizi, che registrano una minor spesa rispetto al consuntivo dell’anno precedente di oltre 266 mila franchi e di poco meno di 400 mila rispetto a quanto preventivato per il 2018.

L’anno appena conclusosi è stato intenso, caratterizzato da due sfide molto impegnative:

1)  Cambio di affiliazione per la cassa pensione

2)  Emissione del secondo contributo provvisorio dei contributi di costruzione delle canalizzazioni

 Queste sfide hanno impegnato notevolmente il Municipio e l’Amministrazione comunale, ma sono state superate brillantemente e come spesso accade la scelta del momento per la presa di decisione è stata determinante.

Cambio cassa pensione

 Il tema del cambio della cassa pensione, con il passaggio dal primato delle prestazioni al primato dei contributi, era sul tavolo del Municipio da parecchio tempo. Un primo incontro tra il Municipio e i responsabili della CPE si è infatti svolto nel dicembre 2013. A quell’epoca il costo del passaggio era stato valutato in circa 9 Mio. di franchi. Di fronte all’elevato costo per il cambio di primato il Municipio decise, giustamente, di attendere. Dopo questo primo incontro ci si è attivati a più riprese per trovare delle soluzioni alternative, ma tutte erano risultate molto onerose per non dire insostenibili.

Bene si è fatto ad attendere, in effetti il costo previsto dal preventivo 2018 di circa 4.3 Mio, era già notevolmente inferiore rispetto alla valutazione di 9 Mio. di franchi del 2013, ma si è rilevato ancora superiore a quanto effettivamente richiesto al momento della conclusione del passaggio dalla CPE Cooperativa alla CPE Fondazione. Infatti l’onere si è assestato a 3,15 Mio. di franchi, con un risparmio di circa 6 Mio. rispetto alla valutazione iniziale.

L’operazione si è dunque conclusa positivamente.

Emissione del secondo contributo provvisorio dei contributi di costruzione delle canalizzazioni

L’emissione del primo contributo provvisorio è avvenuta nel 1991, l’anno scorso, dopo 27 anni, si è proceduto ad una seconda richiesta.

La preparazione dell’emissione di questo contributo è stata molto impegnativa, ma si è svolta senza intoppi particolari.

Il contributo definitivo sarà emesso dopo la realizzazione della canalizzazione che collegherà la Zona di Moscia a Porto Ronco, che sarà possibile unicamente dopo la costruzione del secondo tratto della Galleria Cantonaccio – Acapulco, per la quale il Municipio ha recentemente firmato un accordo con il Cantone e la Cit. Prossimamente sarà presentato al Consiglio comunale un messaggio per la richiesta del relativo credito.

Investimenti

Oltre alle due sfide, di carattere straordinario, poc’anzi descritte vi è stata pure un’intensa attività per quanto riguarda gli investimenti con un totale di uscite lorde di poco inferiore a 5.6 Mio. di franchi.

La volontà sempre perseguita dal Municipio di voler avere conti pubblici sani è la premessa fondamentale affinché l’azione del potere pubblico possa giovare alla Comunità, mantenendo un equilibrio sul medio termine tra ciò che l’ente pubblico incassa e ciò che spende.  

Michela Ris

Municipale di Ascona PLR

Deputata in Gran Consiglio PLR