Pubblicità

Il Consiglio di Stato ha firmato il Contratto di prestazioni con la Confederazione per l’erogazione degli aiuti finanziari previsti dall’Ordinanza COVID cultura. Competente per la gestione degli aiuti erogati dal Cantone Ticino è il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS), tramite la Divisione della cultura e degli studi universitari (DCSU).

Il 20 marzo 2020 il Consiglio federale ha deciso una serie di misure per attenuare l’impatto economico della pandemia di COVID-19. Per il settore degli operatori e delle imprese culturali, particolarmente toccati dall’emergenza in corso, sono stati predisposti strumenti specifici disciplinati dall’Ordinanza COVID cultura (misure integrative). La durata dell’Ordinanza è fissata a due mesi. Per le misure integrative il Consiglio federale ha stanziato un primo finanziamento di 280 milioni di franchi, ripartiti come segue:

  • aiuti immediati per le imprese culturali senza scopo di lucro (100 milioni di franchi) e per gli operatori culturali (25 milioni);
  • indennità di perdita di guadagno per le imprese culturali con e senza scopo di lucro e per gli operatori culturali (145 milioni);
  • aiuti finanziari per le associazioni culturali amatoriali (10 milioni).

Le imprese culturali con sede nel Cantone Ticino possono richiedere indennità di perdita di guadagno a copertura dei danni economici derivanti da annullamento o rinvio di manifestazioni e progetti oppure chiusure aziendali. Le imprese culturali senza scopo di lucro con sede nel Cantone Ticino possono richiedere aiuti finanziari d’emergenza sotto forma di prestiti rimborsabili senza interessi per assicurare la liquidità necessaria.

Gli operatori culturali con sede nel Cantone Ticino possono fare richiesta di indennità di perdita di guadagno a copertura dei danni economici derivanti da annullamento o rinvio di manifestazioni e progetti oppure chiusure aziendali attraverso il formulario dedicato.

Tutti i formulari si trovano alla pagina www.ti.ch/covidcultura.

Domande specifiche sono da inviare via email a decs-dc(at)ti.ch.

Pubblicità