Il Ministero Pubblico e la Polizia cantonale comunicano che il 13 marzo verso le 01.15, in Via Golena a Bellinzona nella zona dello stand di tiro, è avvenuta un’esplosione. Immediatamente indirizzate sul posto le pattuglie, sono stati intercettati e fermati due giovani su via Golena. I due, cittadini svizzeri di 21 anni e domiciliati nel Bellinzonese sono stati condotti presso il posto di polizia per degli accertamenti specialistici e valutare il loro coinvolgimento nell’esplosione. Uno dei due è stato arrestato per ripetuta esplosione, ripetuto uso delittuoso di materie esplosive o gas velenosi, ripetuto danneggiamento e delitto contro la LF sugli esplosivi.  Dalle prime costatazioni, la deflagrazione ha causato un cratere di circa 1 metro per una profondità di 30 cm. Le schegge di legno sono state scaraventate fino ad una trentina di metri. L’inchiesta di polizia avviata dovrà accertare il coinvolgimento in altri fatti avvenuti nella regione. Sul posto oltre alle pattuglie della Polizia cantonale anche quelle della Polizia città di Bellinzona. Nessuno è rimasto ferito.

Pubblicità