Il Gran Consiglio, riunitosi oggi a Bellinzona sotto la presidenza di Claudio Franscella, ha:  

  • accolto, con 69 sì, 2 no e 3 astensioni, le conclusioni del rapporto n. 7509 RA della Commissione Costituzione e leggi (relatrice: Alessandra Gianella), contrarie alla mozione 19 febbraio 2018 di Massimiliano Ay “Per un sistema di petizione on-line ufficiale riconosciuto dal Cantone”; 

  • accolto, con 79 sì e 2 astensioni, le conclusioni del rapporto n. 7509 RB della Commissione Costituzione e leggi (relatrice: Alessandra Gianella), che considerano evasa la mozione 19 febbraio 2018 di Matteo Quadranti “Per una piattaforma di Governo partecipativa”;
      
  • approvato, con 77 sì e 3 astensioni, la modifica della Legge stipendi degli impiegati dello stato e dei docenti del 23 gennaio 2017 (LStip), annessa al messaggio n. 7631 (relatore per la Commissione gestione e finanze: Bixio Caprara);
     
  • approvato, con 77 sì, 2 no e 2 astensioni, il decreto legislativo concernente la concessione di un credito quadro di fr. 60’000’000.- per il finanziamento delle procedure di concorso e della progettazione fino agli appalti di opere per le quali è pianificato l’inizio della progettazione nel quadriennio 2020-2023, annesso al messaggio n. 7641 (relatore per la Commissione gestione e finanze: Bixio Caprara);
     
  • approvato, con 76 sì e 5 astensioni, la modifica della Legge sull’Azienda elettrica ticinese del 10 maggio 2016 (LAET), annessa al messaggio n. 7724 (relatore per la Commissione ambiente, territorio ed energia: Sebastiano Gaffuri);
     
  • approvato all’unanimità (con 85 sì) il decreto concernente la ricevibilità dell’iniziativa popolare legislativa generica 27 marzo 2017 “Per cure mediche e ospedaliere di prossimità”, annesso al rapporto della Commissione sanità e sicurezza sociale (relatori: Matteo Quadanti e Maurizio Agustoni).    

Il Gran Consiglio tornerà a riunirsi lunedì 9 dicembre 2019 alle ore 14:00.