La Commissione è stata consultata su una modifica dell’ordinanza sulla dichiarazione delle pellicce. Obiettivo della modifica dell’ordinanza è una maggiore trasparenza in merito alla dichiarazione del modo di ottenimento e dell’origine delle pellicce. In particolare le pellicce vere vanno dichiarate come tali. La Commissione ha preso atto delle modifiche e sostiene il modo di procedere del Consiglio federale. Nel quadro di questa discussione ha deciso all’unanimità di non dare seguito a due petizioni relative all’importazione di pellicce: 15.2023 n Pet. Märki Thomas, Partito svizzero per gli animali. Per un divieto di importazione degli articoli di pellicceria ottenuti con maltrattamenti di animali e 18.2010 Pet. Aeberhard Simon. Per un divieto di importazione di pellicce in Svizzera. La via scelta dal DFI di modificare l’ordinanza appare alla Commissione più adeguata, dato che non esistono norme internazionali o definizioni in base alle quali determinare quando si tratta di «articoli di pellicceria ottenuti con maltrattamenti di animali».