SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

Dopo che il 12 marzo 2019 il Consiglio degli Stati non è entrato in materia sul controprogetto indiretto (16.077, disegno 2) all’iniziativa popolare per imprese responsabili (17.060), il 13 giugno 2019 il Consiglio nazionale ha votato per il mantenimento della decisione di entrata in materia. Con 7 voti contro 4 e 1 astensione, la Commissione propone ora per la seconda volta alla propria Camera di entrare in materia sul controprogetto indiretto. Una minoranza chiede di non entrare in materia.

Nella prossima seduta la Commissione intende concludere la deliberazione di dettaglio della controproposta indiretta e presentare le sue proposte al Consiglio degli Stati nella sessione autunnale. Nel comunicato stampa del 5 aprile 2019, la Commissione degli affari giuridici del Consiglio nazionale ha esposto una serie di principi che considera importanti per l’ulteriore discussione e sviluppo del progetto. La Commissione esaminerà questi aspetti nell’ambito della deliberazione di dettaglio. Ha già preso atto di una periziaCambio formato giuridica comparativa dell’Istituto svizzero di diritto comparato sulla situazione giuridica in Europa per quanto riguarda la responsabilità del padrone di azienda per le imprese controllate.

ACCETTATA LA REVISIONE DEL DIRITTO SUCCESSORIO

La Commissione ha completato la deliberazione di dettaglio della revisione del diritto successorio (18.069) e ha accettato il disegno nella votazione sul complesso con 10 voti contro 0 e 3 astensioni. In seno alla Commissione si è svolto un dibattito approfondito sull’abolizione della porzione legittima dei genitori prevista dal Consiglio federale, ma non sono state apportate modifiche al disegno.

Con 7 voti contro 6 la Commissione ha deciso di stralciare dal disegno le disposizioni relative al credito di assistenza a beneficio del partner di fatto. Una minoranza sostiene la richiesta di sostegno proposta dal Consiglio federale, volta a coprire il minimo vitale del partner di fatto.

Un’altra minoranza chiede che la porzione legittima sia ridotta fino alla metà se il defunto ha deciso di versare liberalità a una persona con la quale ha vissuto in convivenza per almeno cinque anni alla data del decesso e se la riduzione della porzione legittima facilita il trasferimento di un’impresa. Il disegno di legge sarà discusso in seno Consiglio degli Stati nella sessione autunnale.

La Commissione si è riunita il 12 e 13 agosto 2019 in occasione del 70° anniversario della firma delle Convenzioni di Ginevra presso il Museo internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa di Ginevra, nel Cantone d’origine del suo presidente, il Consigliere agli Stati Robert Cramer (G, GE). La Commissione ha inoltre visitato la mostra speciale «Prigioni». Su invito del governo ginevrino, la Commissione si è incontrata per cena con il vicepresidente del Consiglio di Stato Serge Dal Busco.