SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

Nella sua seduta del 18 dicembre 2020 il Consiglio federale ha approvato la Strategia di comunicazione internazionale 2021–2024, che definisce le priorità per i prossimi quattro anni. L’obiettivo è promuovere l’immagine della Svizzera all’estero e aiutare il nostro Paese a tutelare al meglio i propri interessi. Anche per contrastare gli effetti della pandemia di COVID 19, sarà rafforzata in particolare la visibilità dell’economia svizzera con adeguate piattaforme di comunicazione e di networking. Dal 2021 il DFAE applicherà nuove direttive per la collaborazione con gli sponsor.

In una situazione di competizione internazionale, un’immagine differenziata e positiva è uno strumento importante. L’obiettivo della comunicazione internazionale è contribuire a plasmare attivamente l’immagine del nostro Paese all’estero. Misure di comunicazione mirate illustrano le posizioni, i punti di forza e l’azione della Svizzera, e ne promuovono gli interessi. La comunicazione internazionale è pertanto uno dei pilastri di una politica estera efficace.

Dal punto di vista tematico, nei prossimi anni la comunicazione internazionale si concentrerà su cinque assi prioritari che fanno riferimento alle priorità tematiche della Strategia di politica estera 2020–2023: innovazione, economia, relazioni tra la Svizzera e l’Europa, piazza finanziaria e sostenibilità. Le campagne di comunicazione intendono aumentare la notorietà della Svizzera in questi settori e migliorare la percezione che ne hanno all’estero come Paese innovativo, competitivo, solidale e responsabile, con un’elevata qualità di vita e una piazza economica interessante. La stretta collaborazione con vari attori del settore pubblico e privato è fondamentale.

Dato l’impatto della pandemia di COVID 19, il coinvolgimento di partner dell’economia privata assume un’importanza ancora più grande. Con gli strumenti adeguati questa collaborazione può aiutare la Svizzera, in quanto economia fortemente orientata all’esportazione e interconnessa a livello globale, ad acquisire maggiore visibilità sui mercati rilevanti.

L’anno prossimo, per esempio, la Svizzera sarà presente con la «House of Switzerland» a Stoccarda, la capitale del Baden-Württemberg, una delle regioni confinanti economicamente più importanti. Lì prenderà in affitto uno spazio già esistente nel cuore della città per offrire una piattaforma di comunicazione e di networking. Lo spazio sarà gestito in collaborazione con attori dell’economia, della scienza, della politica e della cultura; l’obiettivo è posizionare la Svizzera come partner affidabile, innovativo e stabile e approfondire ulteriormente le buone relazioni con il Baden-Württemberg. La piattaforma si rivolge al grande pubblico, ma è anche dotata di un’area per il settore B2B (business to business) dedicato alle relazioni d’affari. In una situazione radicalmente trasformata dalla pandemia di COVID 19, è concepita come una forma ibrida di comunicazione che contiene sia una dimensione fisica che una digitale.

La collaborazione con gli sponsor sarà retta dalle nuove direttive del DFAE, che garantiscono la coerenza delle cooperazioni e, dal 2021, si applicheranno alla Centrale di Berna, in tutta la rete esterna e in occasione della partecipazione della Svizzera a grandi manifestazioni internazionali.

Gli elementi principali delle nuove direttive

  • Trasparenza: il DFAE cita tutti i partner nelle attività di sponsoring e mette queste informazioni a disposizione del pubblico.
  • Trasferimento di immagine: il DFAE si concentra sul trasferimento di immagine tra la Svizzera ufficiale e le aziende svizzere coinvolte.
  • Obbligo di diligenza: il DFAE decide caso per caso e in funzione della situazione se collaborare o meno con possibili sponsor. Il rispetto degli obblighi di diligenza si evince da vari criteri, tra cui una governance aziendale responsabile e sostenibile e l’applicazione di linee guida internazionali come quelle dell’OCSE. Se, sulla base di un’analisi delle opportunità e dei rischi, si deve presumere che il trasferimento di immagine auspicato non possa avvenire o addirittura che le relazioni con una determinata azienda comportino rischi, il rapporto di sponsorizzazione non viene avviato. Il relativo processo decisionale è disciplinato in modo dettagliato e trasparente nelle nuove direttive.

Consiglio federale