Per l’anno in corso la Confederazione si attende un deficit di finanziamento di 20,9 miliardi. Nel bilancio ordinario è previsto un disavanzo di 3,1 miliardi a fronte dell’eccedenza di 0,3 miliardi preventivata. Il risultato negativo risulta dall’elevata perdita di entrate (-5,2 mia.), compensata solo in parte da minori uscite (-1,8 mia.). Secondo le prime stime, nel bilancio straordinario le misure per arginare la pandemia da coronavirus ammontano a 17,8 miliardi.