FrenchGermanItalian

Proposte per migliorare il sistema salariale dell’Amministrazione federale

- Google NEWS -

Nel suo postulato «Dissociare l’evoluzione dello stipendio dalla valutazione delle prestazioni» la Commissione delle finanze del Consiglio nazionale (CdF-N) ha incaricato il Consiglio federale di esaminare se la prestazione dei collaboratori debba continuare ad avere un’influenza diretta sull’evoluzione del loro stipendio. Nel suo rapporto il Consiglio federale sostiene la necessità di associare anche in futuro l’evoluzione dello stipendio alla valutazione delle prestazioni. Ciononostante, avanza delle proposte per apportare dei miglioramenti al sistema salariale dell’Amministrazione federale. Ha adottato il rapporto nella seduta del 6 aprile 2022.

Il 6 settembre 2019 la CdF-N ha depositato il postulato 19.3974 «Dissociare l’evoluzione dello stipendio dalla valutazione delle prestazioni», trasmesso il 10 marzo 2020 dal Consiglio nazionale, con cui ha incaricato il Consiglio federale di esaminare se la valutazione delle prestazioni dei collaboratori dell’Amministrazione federale debba determinare anche in futuro l’evoluzione annua dello stipendio e quindi rimanere una componente del sistema salariale. Nel suo rapporto in adempimento del postulato della CdF-N, adottato nella seduta del 6 aprile 2022, l’Esecutivo sostiene la necessità di associare anche in futuro l’evoluzione dello stipendio alla valutazione delle prestazioni.

Proposte di miglioramento

Ciononostante, in alcuni settori il Consiglio federale avanza delle proposte per apportare dei miglioramenti all’attuale sistema salariale dell’Amministrazione federale. Questi sono legati ai cambiamenti nel mondo del lavoro dovuti in particolare alla digitalizzazione. Secondo il Governo, in futuro l’evoluzione individuale dello stipendio dovrà quindi essere determinata sulla base delle curve dei salari applicati all’interno e all’esterno dell’Amministrazione federale. I superiori diretti avranno quindi un certo margine di manovra nel definire l’evoluzione dello stipendio, in funzione della prestazione individuale, del comportamento, del potenziale e della prestazione del team.

Inoltre, il ciclo di gestione dovrà essere adeguato al mondo del lavoro attuale. Occorrerà fornire i feedback più spesso e in modo meno formale. Si dovrà altresì abolire l’indennità di residenza e integrarla nello stipendio di base. In tal modo è possibile semplificare il sistema salariale.

Prossimi passi

Il Dipartimento federale delle finanze è incaricato di concretizzare le proposte volte a migliorare il sistema salariale dell’Amministrazione federale e di presentare, per decisione, al Consiglio federale il relativo affare entro la fine del 2023. Dovrà anche indicare come si potranno compensare i costi supplementari causati dall’integrazione dell’indennità di residenza nello stipendio di base.

- Pubblicità -

Le imprese ti attendono

Nuova Autocasa del Pneumatico – La dimora di ogni guidatore

Nel nome di quest’impresa c’è una parola fondamentale che richiama un concetto importante, quello...

Jacobelli Piastrelle Sagl: la professionalità e l’esperienza nella posa della piastrelle

La piastrelle, i marmi e le pavimentazioni in genere sono una parte integrante dell’ambiente...