SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

Guy Parmelin, capo del Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR), ha fissato i sussidi di promozione destinati alle strutture di ricerca d’importanza nazionale per gli anni 2021-2024. Durante questo periodo la Confederazione finanzierà 31 strutture di ricerca per un totale di circa 460 milioni di franchi. Queste strutture sono attive in vari settori e completano le attività di ricerca svolte dalle scuole universitarie e dal settore dei PF.

Conformemente all’articolo 15 della legge federale sulla promozione della ricerca e dell’innovazione (LPRI), la Confederazione può sostenere strutture di ricerca di elevata qualità esterne al settore universitario. Si tratta di un sostegno sussidiario che integra i contributi dei Cantoni, delle scuole universitarie, dell’economia privata e di alcuni enti pubblici. Per il periodo 2021-2024, la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione ha ricevuto domande di finanziamento da parte di 39 strutture di ricerca; 31 di queste riceveranno sussidi federali per circa 460 milioni di franchi.26 ne avevano già beneficiato nel periodo 2017-2020. Le decisioni di finanziamento si basano sulla valutazione degli esperti del Consiglio svizzero della scienza (CSS), sulle priorità stabilite nel Messaggio sulla promozione dell’educazione, della ricerca e dell’innovazione (Messaggio ERI) 2021-2024 e sul quadro finanziario approvato dal Parlamento.

Differenziazione in tre categorie
La LPRI distingue tre categorie di strutture di ricerca. Secondo gli obiettivi del messaggio ERI, il destinatario principale dei sussidi rimangono comunque i centri di competenza per la tecnologia:

  • Infrastrutture di ricerca: si tratta di servizi ausiliari nel settore dell’informazione e della documentazione scientifica e tecnica. Nel periodo 2021-2024 la Confederazione sosterrà 14 infrastrutture di ricerca per un totale di circa 140 milioni di franchi.
  • Istituzioni di ricerca: di solito sono attive in settori (di ricerca) altamente specializzati e/o associati a una scuola universitaria, se previsto da apposite strategie cantonali. Nel periodo 2021-2024 la Confederazione sosterrà dieci istituzioni di ricerca per un totale di circa 70 milioni di franchi.
  • Centri di competenza per la tecnologia: stabiliscono un collegamento sistematico tra la ricerca universitaria e il settore privato per favorire il trasferimento di sapere e tecnologie e operano su base non lucrativa. Nel periodo 2021-2024 la Confederazione sosterrà sette centri di competenza per la tecnologia per un totale di circa 190 milioni di franchi.

Sono previsti ulteriori fondi federali che andranno a finanziare misure straordinarie, quali il contributo all’iniziativa di promozione nazionale «Medicina personalizzata», pari a circa 40 milioni di franchi.

Segreteria di Stato dell’economia SECO