SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

La responsabilità sociale delle imprese (Corporate social responsibility – CSR) è un tema importante per il Dipartimento delle finanze e dell’economia (DFE). Su questa tela di fondo, il DFE ha incaricato la Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI) di elaborare una serie di proposte concrete finalizzate alla valorizzazione delle imprese orientate alla CSR nell’ambito delle commesse pubbliche, secondo quanto previsto dalla recente modifica di legge e regolamento cantonali.

Il Dipartimento Economia Aziendale, Sanità e Sociale (DEASS) della SUPSI è stato incaricato di svolgere questo lavoro sulla base delle riconosciute e solide competenze sviluppate in ambito CSR. Nell’individuazione delle proposte e della loro applicazione pratica, saranno anzitutto identificate le “buone pratiche” messe in atto a livello internazionale e svizzero nel campo della CSR quale criterio di aggiudicazione. Una volta sviluppate le proposte più adatte al contesto ticinese, queste ultime saranno valutate da esperti del settore in vista della loro applicazione concreta, che sarà infine illustrata su una pagina web dedicata.

Questa misura rientra nel solco di una crescente attenzione sul tema della CSR. Tra le misure intraprese ricordiamo, ad esempio, gli approfondimenti svolti grazie alla ricerca “ValoreTI” della SUPSI. Questi ultimi hanno permesso di lanciare un gruppo di lavoro operativo CSR (www.ti.ch/csr) del quale fanno parte, insieme al DFE e al DEASS, i rappresentanti delle associazioni economiche (Associazione bancaria ticinese – ABT, Associazione industrie ticinesi – AITI e Camera di commercio, dell’industria, dell’artigianato e dei servizi del Cantone Ticino – Cc-Ti). Il gruppo è volto a promuovere la cultura della CSR e della sostenibilità attraverso iniziative e buone pratiche, senza dimenticare l’aspetto formativo, grazie a uno specifico CAS (Certificate of Advanced Studies) in CSR della stessa SUPSI.

Lo sviluppo sostenibile della nostra economia passa sempre più attraverso un’accresciuta sensibilità delle aziende al tema della CSR, tra cui rientrano aspetti quali retribuzioni corrette, la tutela della salute dei propri dipendenti, l’impatto ambientale, la trasparenza oppure gli interessi dei consumatori. Questa prima misura proposta dal DFE, a cui ne faranno seguito altre, intende favorire e incentivare questi aspetti all’interno del nostro tessuto imprenditoriale.