La Commissione tripartita del Fondo cantonale per la formazione professionale, riunitasi sotto la presidenza di Curzio De Gottardi, ha deciso di mantenere l’aliquota contributiva invariata allo 0.95‰ (per mille) della massa salariale.

Il Fondo si alimenta con un prelievo, a carico del datore di lavoro, di un contributo variabile da un minimo di 0.9 a un massimo di 2.9 per mille sulle retribuzioni corrisposte ai salariati attivi nel Cantone Ticino, presso tutte le aziende, pubbliche e private, tenute, in qualità di datore di lavoro, al pagamento dei contributi in base alla legislazione dell’AVS. Grazie alle risorse finanziare raccolte, promuove la formazione professionale di base, superiore e continua, attraverso il sostegno diretto e indiretto alle aziende, alle organizzazioni del mondo del lavoro e a enti pubblici o privati d’interesse pubblico. Il prelievo è effettuato dalle casse di compensazione AVS federale, cantonale e professionali, unitamente alla riscossione dei contributi per l’AVS. Le aziende che non hanno ricevuto la fatturazione del contributo dalla propria cassa di compensazione, sono tenute ad annunciarsi direttamente all’Amministrazione del Fondo (091 815 30 46, decs-fcfp@ti.ch). L’annuncio dell’aliquota è pubblicato due volte sul Foglio ufficiale da venerdì 4 ottobre 2019.