Home GRIGIONI POLITICA GRIGIONI – Comunicato del Governo del 14 marzo 2019

GRIGIONI – Comunicato del Governo del 14 marzo 2019

Il Governo ha preso posizione in merito a un progetto posto in consultazione dalla Confederazione riguardo all’inventario federale degli insediamenti svizzeri da proteggere. Ha inoltre dato il via libera all’ampliamento del raccordo autostradale Grono Nord. 

Il Governo ha chiesto la sospensione della revisione totale dell’ordinanza riguardante l’inventario degli insediamenti svizzeri da proteggere 
Il Governo ha preso posizione a destinazione dell’Ufficio federale della cultura in merito alla revisione totale dell’ordinanza riguardante l’inventario degli insediamenti svizzeri da proteggere (OISOS). Questo inventario federale rappresenta un importante strumento di garanzia della qualità per la protezione di insediamenti e parti di insediamenti importanti. Nella prassi risultano tuttavia ripetutamente difficoltà e determinate incertezze giuridiche. La revisione totale proposta contribuisce ad aumentare la sicurezza giuridica in questo settore. 
In linea di principio, il Governo grigionese accoglie con favore la revisione totale dell’OISOS. Esso chiede tuttavia che le modifiche previste vengano coordinate meglio con le importanti esigenze della pianificazione del territorio. Nell’avamprogetto presentato il Consiglio federale si confronta in misura insufficiente con gli obiettivi di densificazione della legge federale sulla pianificazione del territorio sottoposta a revisione. Non risulta chiaro in che rapporto reciproco si trovino le esigenze di densificazione e l’obiettivo della conservazione di oggetti. Il Governo critica inoltre il momento della revisione totale. Attualmente a livello federale sono pendenti due iniziative parlamentari che potrebbero avere effetti sull’organizzazione concreta. Ciò considerato, il Governo chiede di sospendere temporaneamente la revisione totale dell’OISOS. 

Documentazione di consultazione del Dipartimento federale dell’interno 

Entrata in vigore della legge cantonale sulla pianificazione territoriale 
La revisione parziale della legge cantonale sulla pianificazione territoriale decisa dal Gran Consiglio durante la sessione di ottobre 2018 sarà posta in vigore con effetto al 1° aprile 2019. Al centro di questa revisione vi sono l’introduzione di una tassa sul plusvalore riguardo ad azzonamenti nonché misure per la densificazione del territorio. Quale conseguenza della revisione della legge il Governo ha dovuto adeguare anche l’ordinanza cantonale sulla pianificazione territoriale, principalmente le prescrizioni procedurali relative alla riscossione della tassa sul plusvalore. Con l’entrata in vigore il 1° aprile 2019 della regolamentazione concernente la tassa sul plusvalore e con l’approvazione attesa a breve del Piano direttore cantonale nel settore insediamento da parte del Consiglio federale, il Cantone dei Grigioni previene una moratoria di principio degli azzonamenti a partire dal 1° maggio 2019. 

Il raccordo autostradale Grono Nord viene ampliato e aperto al traffico 
Il Governo ha approvato il progetto per la correzione della Strada italiana, semisvincolo Grono Nord, con alcune autorizzazioni e alcuni oneri. Sul territorio del Comune di Grono, la Strada italiana, quale collegamento principale, attraversa l’abitato di Grono in parallelo alla strada nazionale N13. Attualmente il semisvincolo Grono Nord viene utilizzato soltanto quale raccordo di manutenzione. In futuro l’Ufficio federale delle strade aprirà tuttavia al traffico questo raccordo. La premessa per l’apertura al traffico consiste nell’esecuzione di adeguamenti edilizi delle strade di raccordo comunali via Golena e via Centro Sportivo all’interno della zona industriale Pascolet, che si trova tra la Strada italiana e la strada nazionale. Tra l’altro saranno riorganizzate ad opera del Cantone le intersezioni esistenti tra la Strada italiana e via Golena nonché tra la Strada italiana e via Centro Sportivo. In via Centro Sportivo il Comune di Grono realizzerà nuovi parcheggi pubblici e prolungherà il marciapiede. I costi per questi adeguamenti edilizi ammontano a 839 000 franchi, di cui 566 000 franchi a carico del Comune di Grono e 273 000 franchi a carico del Cantone.