Il Governo ha dato il via libera alla procedura di consultazione relativa al progetto di revisione parziale della legge sulla promozione dello sviluppo economico nei Grigioni (legge sullo sviluppo economico). La revisione parziale si rende necessaria siccome occorre strutturare il management regionale secondo un nuovo piano.

La nuova politica regionale della Confederazione (NPR) persegue lo scopo di promuovere lo sviluppo economico regionale nelle regioni di montagna, nelle altre aree rurali e nelle regioni di frontiera della Svizzera. Al centro della NPR vi è la promozione di iniziative, progetti e programmi che rafforzano l’innovazione, la produzione di valore aggiunto e la competitività nelle regioni. La Confederazione stabilisce le linee guida strategiche della NPR sempre per la durata di otto anni. La responsabilità per l’attuazione della NPR spetta ai Cantoni. Nell’attuazione i Cantoni sono liberi di stabilire una struttura organizzativa secondo le loro condizioni specifiche, un cosiddetto management regionale. 

Effetti insufficienti del piano attuale 

Con il piano attualmente valido (management regionale 2016+), il management regionale dei Grigioni mostra effetti insufficienti. Le sfide future relative allo sviluppo regionale hanno perciò indotto il Governo a sottoporre la struttura del management regionale a una verifica approfondita, coinvolgendo le regioni. Nella revisione parziale della legge sullo sviluppo economico vengono proposte diverse misure. Esse dovranno incrementare l’efficienza e l’efficacia del management regionale e sostenere in modo importante le regioni nella gestione dei compiti. 

Due soluzioni possibili 
Nel rapporto esplicativo relativo alla revisione parziale vengono illustrate e valutate dettagliatamente due soluzioni fondamentalmente possibili: la variante “Regionalizzazione con al massimo undici uffici per lo sviluppo regionale nelle regioni”, nonché la variante “Cantonalizzazione con ubicazioni decentralizzate”. Il Governo propone la variante “Cantonalizzazione con ubicazioni decentralizzate”. Essa prevede che gli operatori economici regionali (OER) siano impiegati direttamente presso il Cantone e integrati dal punto di vista strutturale nel servizio competente dell’Ufficio dell’economia e del turismo, pur svolgendo i loro compiti da uffici decentralizzati. A questo scopo sono previste cinque ubicazioni per le quali il Cantone metterebbe a disposizione le infrastrutture. 

La procedura di consultazione durerà fino al 4 ottobre 2019. La relativa documentazione è disponibile sul sito web https://www.gr.ch/IT/pubblicazioni/Consultazioni/Seiten/Laufende.aspx