Le regioni Arge Alp al lavoro per rafforzare le aree rurali e per spostare il traffico dalla gomma alla rotaia. Due le risoluzioni licenziate dalla 50a conferenza dei capi di Governo.

Con la 50a Conferenza dei capi di Governo della Comunità di lavoro Regioni alpine (Arge Alp) oggi a Dobbiaco si è concluso l’anno di presidenza dell’Alto Adige alla guida dell’organizzazione transfrontaliera. Il presidente Arno Kompatscher ha ceduto la presidenza al presidente del Governo del Land Salisburgo Wilfried Haslauer.

I capi di Governo si sono confrontati con una serie di temi considerati centrali per il territorio alpino e la sua popolazione. I capi di Governo hanno licenziato una risoluzione riguardo all’argomento centrale dell’anno di presidenza altoatesino, ossia “Sviluppo delle aree rurali”, nonché una risoluzione riguardante la mobilità attraverso le Alpi. 

Cinque tesi e un film per le aree rurali 
Dal confronto sull’argomento centrale sono state sintetizzate cinque tesi con cui le regioni alpine definiscono come obiettivo la salvaguardia e lo sviluppo delle aree rurali come prezioso spazio di vita, lavoro, attività economica, cultura, ricreazione e come spazio naturale. Riguardo al tema “lavoro” ad esempio Arge Alp intende promuovere forme flessibili come lo smart working e il telelavoro alternato. In questo senso le pubbliche amministrazioni dovranno fungere da esempio. Per realizzare questi obiettivi tuttavia è indispensabile disporre di una rete a banda larga capillare. Le regioni alpine intendono inoltre potenziare l’economia circolare regionale, la creazione di valore aggiunto e sostenere il potere d’acquisto nelle aree rurali, supportando specialmente le piccole e medie imprese di questi territori. Quale terzo punto fondamentale individuano un punto di forza delle aree rurali nella coesione tra la popolazione. In quarto luogo l’ente pubblico deve garantire un’adeguata accessibilità senza barriere delle aree rurali. In ultima analisi ne va della qualità di vita, tra l’altro grazie alla disponibilità a breve distanza dei servizi di base, dei servizi per l’infanzia e dell’offerta formativa e culturale per tutte le età. Queste tesi sono state sintetizzate anche all’interno di un filmato che porta alla scoperta delle regioni alpine. Questo filmato che è stato proiettato per la prima volta nel corso della conferenza e sarà disponibile sul nuovo sito di Arge Alp www.argealp.org

Traffico: dalla gomma alla rotaia 
Una seconda risoluzione adottata dai capi di Governo di Arge Alp ha riguardato il tema del traffico. I capi di Governo chiedono innanzitutto verità dei costi tra strada e rotaia per rendere quest’ultima sempre più attrattiva. “Fino ad oggi sussiste un forte divario tra i modelli di prezzo delle due modalità di trasporto” sottolineano i capi di Governo nella risoluzione. 

Multilingue e smart: il nuovo sito Arge Alp 
L’Arge Alp spiegata in breve, grazie a testi aggiornati, fotografie scenografiche ma soprattutto grazie a un sistema di ricerca e di navigazione più semplice e intuitivo: la nuova versione del sito web di Arge Alp (www.argealp.org) è stata presentata oggi nel quadro della conferenza dei capi di Governo a Dobbiaco. 

In foto: Capi di Governo della Comunità di lavoro Regioni alpine (Arge Alp)