Dopo aver fissato nell’ambito di un colloquio del marzo 2019 gli indirizzi politici per la legislatura 2019-2023, in occasione della sua seduta del 22 maggio 2019 il Consiglio federale ha adottato i relativi obiettivi. Quanto al programma di legislatura, punta sulla continuità e sulla prosecuzione degli indirizzi politici e degli obiettivi esistenti. Nel contempo accentua tre pilastri prioritari: la digitalizzazione, il clima e l’UE.

Il programma di legislatura costituisce per il Consiglio federale il quadro di orientamento politico per i prossimi quattro anni. È la base per definire le priorità nell’Amministrazione e vuole garantire la coerenza dell’attività legislativa e amministrativa.

Il Consiglio federale ha iniziato i lavori inerenti al programma di legislatura 2019-2023 già alla fine del 2018. Nell’imminenza del colloquio tenutosi nel marzo del 2019, in occasione del quale il Consiglio federale ha stabilito gli indirizzi politici, i consiglieri federali hanno presentato i rispettivi contributi relativi alle sfide politiche di questo programma. Il Consiglio federale punta sulla continuità, poiché ritiene ancora attuali gli indirizzi politici della legislatura corrente. Esso vuole ora inserire fra questi ultimi, quali temi prioritari, la digitalizzazione e il clima, che sono già contenuti negli obiettivi presenti. Ha inoltre aggiunto nel programma il tema delle relazioni con l’UE riformulandone l’obiettivo in questo modo: «La Svizzera ha relazioni regolamentate con l’UE».

Tre indirizzi politici e 18 obiettivi

Il Consiglio federale intende affrontare le sfide dei prossimi quattro anni basandosi su tre indirizzi politici suddivisi in 18 obiettivi, fermo restando che l’idea di continuità deve caratterizzare anche gli obiettivi. Esso ha ripreso molti obiettivi dalla legislatura 2015–2019, talvolta adeguandoli o integrandoli in modo mirato in particolare in considerazione dei nuovi elementi degli indirizzi politici.

Entro l’inizio del 2020 la Cancelleria federale elaborerà il programma di legislatura 2019-2023 sulla scorta degli indirizzi politici e degli obiettivi stabiliti.

Indirizzo politico 1: La Svizzera assicura durevolmente la sua prosperità e sfrutta le opportunità offerte dalla digitalizzazione

Obiettivo 1:     La Svizzera provvede all’equilibrio delle finanze federali e a un ordinamento finanziario stabile

Obiettivo 2:     La Confederazione fornisce le sue prestazioni statali in modo efficiente e il più possibile digitale

Obiettivo 3:     La Svizzera provvede a condizioni generali economiche il più possibile stabili nonché che promuovano l’innovazione nell’era digitale e promuove il potenziale della manodopera indigena

Obiettivo 4:     La Svizzera contribuisce a un solido ordinamento economico mondiale e garantisce all’economia svizzera l’accesso ai mercati internazionali e al mercato interno dell’UE

Obiettivo 5:     La Svizzera mantiene una posizione di spicco nei settori della formazione, della ricerca e dell’innovazione e sfrutta le opportunità offerte dalla digitalizzazione

Obiettivo 6:     La Svizzera si impegna affinché le infrastrutture di trasporto e CTI siano affidabili e dispongano di un finanziamento solido

Indirizzo politico 2: La Svizzera promuove la coesione nazionale e contribuisce a rafforzare la collaborazione internazionale

Obiettivo 7:     La Svizzera rafforza la coesione delle regioni e promuove la comprensione tra le differenti culture e i gruppi linguistici

Obiettivo 8:     La Svizzera promuove la coesione sociale e il rispetto della parità dei sessi

Obiettivo 9:     La Svizzera riforma le proprie opere sociali e ne assicura il finanziamento a lungo termine

Obiettivo 10: La Svizzera si adopera a favore di un approvvigionamento sanitario di qualità e finanziariamente sopportabile e di un contesto di promozione della salute

Obiettivo 11:   La Svizzera si impegna per porre in atto riforme volte a rafforzare la cooperazione multilaterale, intensifica in modo mirato il proprio impegno nella collaborazione internazionale e si adopera a favore di condizioni generali ottimali quale Stato ospitante di organizzazioni internazionali

Obiettivo 12:   La Svizzera ha relazioni regolamentate con l’UE

Indirizzo politico 3: La Svizzera si adopera per la sicurezza, si impegna per la protezione del clima e agisce come partner affidabile nel contesto mondiale

Obiettivo 13: La Svizzera dirige la migrazione, ne utilizza il potenziale economico e sociale e si adopera a favore della collaborazione internazionale

Obiettivo 14: La Svizzera previene la violenza, la criminalità e il terrorismo e li combatte efficacemente

Obiettivo 15: La Svizzera è al corrente delle minacce alla propria sicurezza e dispone degli strumenti necessari per fronteggiarle in modo efficace

Obiettivo 16:   La Svizzera fa un uso rispettoso del suolo e delle risorse naturali, assicura un approvvigionamento energetico durevole nonché ininterrotto e promuove una filiera agroalimentare sostenibile

Obiettivo 17: La Svizzera si adopera a livello nazionale e internazionale a favore di una politica ambientale efficace e contribuisce a proteggere il clima e a preservare la biodiversità

Obiettivo 18: La Confederazione affronta i ciberrischi e sostiene e adotta provvedimenti volti a proteggere la cittadinanza e le infrastrutture critiche