Nella sua seduta del 20 dicembre 2019 il Consiglio federale ha fissato le priorità per la partecipazione svizzera al G20. Su invito dalla presidenza saudita del G20, la Svizzera prenderà parte in veste di Paese ospite a tutti i lavori del gruppo dei 20 principali Paesi industrializzati ed emergenti per il 2020.

La Svizzera parteciperà così per la quinta volta consecutiva al Finance Track del G20, per la prima volta al vertice del G20 dei capi di Stato e di governo come pure a tutte le riunioni ministeriali e a tutti i gruppi di lavoro dello Sherpa Track.

Considerato il nucleo centrale del G20, il Finance Track si concentra su questioni di politica finanziaria e monetaria. Per la partecipazione a questo forum il Consiglio federale ha definito tre priorità: imposizione dell’economia digitalizzata, investimenti infrastrutturali sostenibili e innovativi nonché regolamentazione dei mercati finanziari con riferimento alla digitalizzazione e ai rischi climatici.

Nello Sherpa Track sono trattate le altre tematiche previste in occasione del vertice. In questo contesto il Consiglio federale considera prioritari i seguenti settori: commercio, investimenti e ambiente; cambiamento climatico, tecnologia, ricerca e innovazione; occupazione e formazione; sanità; turismo.

Gli incontri del G20 offrono al nostro Paese preziose occasioni per difendere i propri interessi e stringere importanti contatti politici a livello ministeriale e amministrativo, difficilmente realizzabili nel quadro delle relazioni bilaterali. Le attività svizzere previste per il summit del G20 saranno coordinate dal gruppo di lavoro interdipartimentale IDAG20, istituito già nel 2009, in cui sono rappresentati tutti i dipartimenti federali in vista della partecipazione al prossimo vertice del G20.