Nella sua seduta del 26 agosto 2020, il Consiglio federale ha trasmesso al Parlamento il messaggio concernente l’iniziativa «Sì alla protezione dei fanciulli e degli adolescenti dalla pubblicità per il tabacco (Fanciulli e adolescenti senza pubblicità per il tabacco)». Il Consiglio federale s’impegna a proteggere maggiormente i giovani ed è favorevole a una limitazione della pubblicità per i prodotti del tabacco. Tuttavia ritiene preferibile introdurre queste misure nel quadro del disegno di legge sui prodotti del tabacco attualmente al vaglio del Parlamento e propone pertanto a quest’ultimo di raccomandare a Popolo e Cantoni il rigetto dell’iniziativa, senza opporle un controprogetto.

Il Consiglio federale condivide l’obiettivo dei promotori dell’iniziativa di proteggere la popolazione e in particolar modo i giovani contro gli effetti nocivi del tabagismo. Visto che il disegno di legge sui prodotti del tabacco (LPTab) è attualmente al vaglio del Parlamento, preferisce introdurre nuove restrizioni in questo quadro, impegnandosi in tal senso e giudicando superflua l’elaborazione di un controprogetto indiretto.

Presentata nel settembre del 2019, l’iniziativa chiede a Confederazione e Cantoni di promuovere la salute di fanciulli e adolescenti vietando ogni forma di pubblicità del tabacco che li raggiunge. Sono prese di mira anche la promozione di questi prodotti e la sponsorizzazione di eventi da parte dell’industria del tabacco, mentre rimarrebbe possibile la pubblicità rivolta unicamente agli adulti.

In occasione del dibattito parlamentare sul secondo disegno della LPTab, il Consiglio degli Stati ha deciso di garantire una migliore protezione dei giovani, proponendo di completare il diritto vigente con restrizioni pubblicitarie più estese di quelle vigenti. Queste misure permetterebbero alla Svizzera di soddisfare i requisiti minimi previsti dalla Convenzione quadro dell’Organizzazione mondale della sanità (OMS) per la lotta al tabagismo (FCTC), la cui ratifica è un obiettivo del Consiglio federale.