Nel corso della sua seduta odierna, il Consiglio nazionale ha:

– Società Animina: adottato, con 140 voti contro 53, le proposte della Conferenza di conciliazione in merito al progetto di modernizzazione del diritto della Società anonima. Il dossier passa agli Stati;

– Coronavirus: approvato una mozione d’ordine di Kurt Fluri (PLR/SO) che chiede di non trattare ancora durante questa sessione, come deciso ieri, le mozioni che vogliono prorogare a settembre le indennità per lavoro ridotto e perdita di guadagno a favore dei lavoratori indipendenti;

– Terrorismo: deciso – con 127 voti a 54 e 13 astensioni – di rafforzare il diritto penale e la cooperazione internazionale per contrastare il terrorismo. Durante il dibattito, la sinistra ha messo in guardia contro i rischi per la libertà che la proposta comporta. Il dossier torna agli Stati. Una seconda parte del disegno di legge, che riguarda le misure di polizia, sarà trattata giovedì;

– Migranti: approvato, con 139 voti contro 54, una mozione della sua Commissione delle istituzioni politiche che chiede al governo di impegnarsi a livello europeo affinché la situazione dei migranti nelle isole greche dell’Egeo migliori in modo sostanziale. L’esecutivo dovrà anche favorire una riforma dell’Accordo di Dublino. Gli Stati devono ancora esprimersi.

Ordine del giorno di domani, mercoledì 17 giugno (08.00-13.00 e 15.00-open end):

– Assemblea federale: elezioni di vari giudici del Tribunale federale, del Tribunale penale federale e del Tribunale amministrativo federale;

– iniziativa popolare “Sì al divieto di dissimulare il proprio viso”;

– programmi “SUPERB” e “Sistemi ERP D/ar”, crediti d’impegno;

– legge federale sull’adeguamento del diritto federale agli sviluppi della tecnologia di registro distribuito;

– interventi parlamentari di competenza del DFF.