Nella sua seduta odierna, il Consiglio nazionale ha:

– Co2: fatto un passo verso gli Stati proponendo una soluzione di compromesso nell’ambito della revisione della legge sul CO2, il cui scopo è ridurre le emissioni di gas serra del 50% entro il 2030 (rispetto al 2006) come prevedono gli Accordi di Parigi. Il dossier torna alla Camera dei cantoni;

– Media: deciso, con 109 voti contro 84, che il pacchetto finanziario di sostegno ai media non deve venir suddiviso in due parti contrariamente a quanto auspicato dalla commissione preparatoria, che avrebbe voluto discutere degli aiuti ai media elettronici in un secondo tempo. L’oggetto torna dunque alla Commissione delle telecomunicazioni;

– Trasporti Pubblici: approvato, con 151 voti a 42, gli aiuti per complessivi 700 milioni di franchi destinati alle imprese di trasporto pubblico duramente colpite dal “lockdown” della scorsa primavera. Durante le discussioni, i “senatori” avevano deciso di sostenere, oltre al traffico a lunga distanza e merci, anche le imprese di trasporto locali, il traffico turistico e il servizio navetta per automobili. Decisione oggi sostenuta anche dal Nazionale. Il dossier torna alla Camera dei Cantoni per il voto sulla clausola d’urgenza;

– Canone Radio-Tv: approvato la Legge federale relativa al rimborso forfettario – 50 franchi – dell’imposta sul valore aggiunto prelevata illegalmente sul canone radio-tivù dal 2010 al 2015. Il dossier è pronto per le votazioni finali;

– Traffico Aereo: deciso di archiviare, così come chiesto dal governo e già deciso dagli Stati, una mozione che chiedeva di modificare il sistema di compensazione del rumore relativo al traffico aereo. Attualmente manca infatti il necessario consenso politico per portare avanti una riforma del genere;

– Mitholz: bocciato, con 110 voti contro 59 e 11 astenuti, una mozione del “senatore” Beat Rieder (PPD/VS) che chiedeva la costruzione di una nuova strada tra Frutigen e Kandersteg, nell’Oberland bernese, in modo da garantire sempre un collegamento, anche, e in particolare, in caso di evento imprevisto presso il deposito di Mitholz durante i lavori di sgombero delle vecchie munizioni. Come ha spiegato il relatore commissionale Lorenzo Quadri (Lega/TI), sono già state allestite tre varianti, al momento in corso all’esame del rapporto costi-benefici. “Esprimersi ora a priori, senza conoscere l’esito degli esami per una delle varianti, sarebbe dunque controproducente”, ha sostenuto convincendo il plenum;

– Servizio Universale: approvato, con 176 voti contro 2 e 3 astenuti, una mozione della sua Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni che chiede di portare da 10 a 80 Megabit al secondo (Mbit/s) la velocità minima dell’accesso a internet a banda larga nel servizio universale. Gli Stati devono ancora esprimersi;

– Aeromodellismo: approvato, con 93 voti contro 79 e 8 astenuti, una mozione della sua Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni che chiede al governo di escludere l’aeromodellismo dal recepimento delle norme UE per l’esercizio di aeromobili senza equipaggio. Gli Stati devono ancora esprimersi;

– Copertoni: approvato, con 117 voti contro 56 e 5 astenuti, un postulato di Ursula Schneider Schüttel (PS/FR) che chiede al governo di esaminare quali provvedimenti potrebbero essere adottati per evitare di rilasciare nell’ambiente microplastiche generate dall’usura degli pneumatici. La consigliera federale Simonetta Sommaruga, d’accordo con i contenuti dell’atto parlamentare, ha affermato che il governo presenterà il rapporto richiesto quando gli studi attualmente in corso a livello nazionale e internazionale saranno conclusi, presumibilmente già l’anno prossimo;

– Lavoro E Rinnovabili: approvato, con 126 voti contro 52 e una astensione, un postulato di Nadine Masshardt (PS/BE) che chiede al governo di elaborare un rapporto in cui quantifica i posti di lavoro potenzialmente realizzabili in Svizzera attraverso la promozione delle energie rinnovabili e dell’efficienza energetica, e di mettere questi dati a confronto con gli investimenti previsti nelle energie fossili;

– Servizio Pubblico Digitale: approvato, con 103 voti contro 75 e 6 astensioni, un postulato di Min Li Marti (PS/ZH) che incarica il governo di presentare una strategia su come potrebbe rafforzare e potenziare il servizio pubblico digitale;

– Diritto Di Voto: approvato, con 98 voti contro 85 e 2 astenuti, una l’iniziativa parlamentare di Sibel Arslan (Verdi/BS) che chiede di abbassare a 16 anni il diritto di voto a livello federale. Quello di eleggibilità rimarrebbe fissato a 18 anni. L’atto parlamentare passa ora al Consiglio degli Stati.

ORDINE DEL GIORNO DI LUNEDÌ 14 SETTEMBRE 2020 (15.15-20.00):

– Legge federale sulla riduzione dei rischi associati all’uso di pesticidi;

– iniziativa popolare “Acqua potabile pulita e cibo sano – No alle sovvenzioni per l’impiego di pesticidi e l’uso profilattico di antibiotici”;

– iniziativa popolare “Per una Svizzera senza pesticidi sintetici”;

– “Iniziativa per la ricerca e la selezione” (mozione della CET-S);

– modifica della Legge sull’assicurazione contro la disoccupazione;

– modifica della Legge sui PF.