SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

La Commissione delle finanze del Consiglio degli Stati propone alla propria Camera, per lo più all’unanimità o con larga maggioranza, di approvare i crediti proposti dal Consiglio federale in relazione all’emergenza legata al coronavirus dando così seguito alle proposte delle Commissioni che sono state invitate a presentare un corapporto sulle fideiussioni solidali (CSEC, CSSS e CET). Ha inoltre depositato tre mozioni di commissioni concernenti il tema delle fideiussioni solidali.

In vista della sessione straordinaria delle Camere federali, che si terrà dal 4 al 7 maggio 2020, la Commissione delle finanze del Consiglio degli Stati (CdF-S) ha esaminato in via preliminare la prima aggiunta al preventivo 2020 (20.007 ns) in occasione della sua seduta del 27 aprile 2020. I crediti proposti dal Consiglio federale figurano in parte nel messaggiopdf del 20 marzo 2020 (crediti aggiuntivi ordinari) e in parte negli annunci ulteriori del 20 marzopdf e del 16 aprilepdf 2020 trasmessi dal Consiglio federale alle Commissioni delle finanze (CdF) e pubblicati sul sito del Parlamento (crediti aggiuntivi straordinari volti ad attenuare l’impatto della pandemia di coronavirus). I risultati delle deliberazioni della CdF-S possono essere consultati in una bozza del paragramma, pubblicata con il presente comunicato stampa. La CdF del Consiglio nazionale (Camera prioritaria) ha esaminato in via preliminare i crediti aggiuntivi nel corso della sua seduta del 23 e 24 aprile 2020 (cfr. comunicato stampa della CdF-N del 25.04.2020 e versione provvisoria del paragrammaCambio formato del Consiglio nazionale).

Durante la seduta i consiglieri federali a capo del Dipartimento federale delle finanze (DFF), del Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR), del Dipartimento federale dell’interno (DFI) e del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS) hanno illustrato i crediti COVID-19 proposti dal Consiglio federale, fornendo le relative motivazioni. Nelle scorse settimane, la Delegazione delle finanze (DelFin) aveva dovuto procedere a un’anticipazione di una parte considerevole dei crediti (cfr. comunicati stampa della DelFin del 23.03.2020, dell’08.04.2020 e del 15.04.2020). Il presidente della DelFin, che ricopre anche la carica di presidente della CdF-S, ha riferito in merito alle discussioni e alle motivazioni che hanno portato la Delegazione a decidere in tal senso. La CdF-S ha anche ricevuto corapporti da tre commissioni tematiche del Consiglio degli Stati, ovvero dalla Commissione dell’economia e dei tributi (CET-S), dalla Commissione della scienza, dell’educazione e della cultura (CSEC-S) e dalla Commissione della sicurezza sociale e della sanità (CSSS-S).