SPONSOR UFFICIALE ANNO 2020 E ANNO 2021

La Commissione incaricata di esaminare il programma di legislatura del Consiglio nazionale ha trattato le linee guida, le misure e gli obiettivi previsti dal Consiglio federale per la legislatura 2019–2023(19.078). Durante un dibattito approfondito ha deciso in particolare di completare i punti del progetto che concernono le finanze della Confederazione, la formazione, le pari opportunità e l’assistenza sanitaria.

In presenza della presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga e del cancelliere della Confederazione Walter Thurnherr la Commissione ha esaminato nel dettaglio il disegno del Consiglio federale del programma di legislatura e le decisioni del Consiglio degli Stati.  In particolare ha completato e modificato il programma di legislatura come segue:

  • In merito alle linee guida la Commissione intende espressamente indicare che la Svizzera mette a profitto le possibilità offerte dallo sviluppo sostenibile e provvede affinché le finanze federali siano equilibrate e stabili.
  • Al fine di raggiungere la stabilità del regime finanziario, la Commissione chiede di sospendere l’addebito al conto di ammortamento del freno all’indebitamento per le spese straordinarie dovute alla pandemia da coronavirus. In caso di un eventuale programma di sgravio la Commissione intende considerare sia le spese legate a questa situazione che quelle non legate ad essa. Inoltre, dovrà essere redatto un rapporto sulla strategia fiscale della Confederazione.
  • Nel quadro della sua strategia per il personale dell’Amministrazione federale il Consiglio federale deve chiarire come intende stabilizzare le spese per il personale e limitarle a medio e lungo termine.
  • Per promuovere il potenziale di manodopera in Svizzera e favorire la parità dei sessi, è necessario adottare un messaggio volto all’introduzione dell’imposizione individuale nonché una strategia nazionale e un messaggio sulla conciliabilità tra famiglia e lavoro.
  • La Svizzera deve dare il proprio contributo per un solido ordinamento economico mondiale. Per questo motivo la Commissione auspica una discussione di fondo sullo sviluppo della legge federale sulle misure economiche esterne. Inoltre le relazioni economiche bilaterali con l’UE, il Regno Unito e gli Stati Uniti devono essere consolidate e approfondite.
  • Nei settori formazione, ricerca e innovazione, la Commissione chiede una strategia d’incentivazione per il mantenimento e la creazione di apprendistati, un messaggio sul finanziamento della partecipazione della Svizzera al programma Erasmus+ e una strategia volta ad avviare programmi globali di formazione e ricerca. Inoltre, la Svizzera dovrà provvedere a garantire le parità di opportunità in questo settore.
  • Affinché la Svizzera partecipi al programma culturale europeo «Europa creativa», il Consiglio federale dovrà sottoporre al Parlamento un mandato di negoziazione.
  • La Commissione ritiene importante attuare la Convenzione di Istanbul. Per questo motivo incarica il Consiglio federale di adottare un piano d’azione di riduzione della violenza sulle donne e della violenza domestica.
  • Nel settore delle assicurazioni sociali e dell’assistenza sanitaria la Commissione chiede un avamprogetto per lo sviluppo e il finanziamento a lungo termine dell’AVS da porre in consultazione, un piano per la trasformazione digitale del settore sanitario e misure volte ad assicurare l’approvvigionamento a lungo termine di agenti terapeutici.
  • Per sviluppare una politica di sicurezza efficace e lungimirante la Commissione incarica il Consiglio federale di effettuare un’analisi e una valutazione generali dei rischi per il nostro Paese.
  • La Commissione intende rafforzare la ricerca nel settore agrario al fine di prevenire i cambiamenti climatici e la penuria di risorse naturali.