Il Consiglio di Stato e lo Stato Maggiore Cantonale di Condotta (SMCC) comunicano l’adozione di una serie di disposizioni sanitarie e di sicurezza riguardanti i bagni pubblici e i lidi presenti sul territorio cantonale. La relativa Risoluzione governativa prevede in particolare che ogni visitatore delle infrastrutture balneari debba avere a disposizione uno spazio di almeno 7 metri quadrati. Su richiesta dell’Ufficio del Medico cantonale, i gestori dovranno inoltre, se disponibili, fornire immediatamente i dati di contatto dei singoli visitatori. I provvedimenti sono stati decisi tenendo conto dell’attuale quadro epidemiologico e dei graduali allentamenti a livello federale (tra cui l’abbandono della condizione dei 10 metri quadrati tra ogni utilizzatore) in un contesto in cui vanno tuttavia mantenute le necessarie misure prudenziali al fine di contenere ogni possibile ripresa dei contagi. Questo alla luce anche dell’importante numero di visitatori indigeni, confederati e stranieri che quotidianamente frequentano i lidi e i bagni pubblici ticinesi. Le misure, adottate su proposta del Medico cantonale, saranno valide dal 26 giugno al 31 agosto. Restano riservate eventuali modifiche in funzione dell’evoluzione epidemiologica.